Obiettivo raggiunto dalla Compagnia Teatrale Carnevaldarsenasciò con la tradizionale Canzonetta, espressione culturale del rione Darsena. “Dopo lo spettacolo del 9 marzo scorso – spiega l’animatore Mario Bondi – grazie all’ottimo afflusso di pubblico, abbiamo potuto devolvere una buona cifra in beneficienza a due enti: La Casa Famiglia Giovanni Paolo II e l’Associazione Piccole Stelle”.

Tra i punti di forza dello spettacolo, Bindi elenca la graditissima presenza, insieme agli adulti, di giovani attori integrati alla perfezione con recitazione, canto e ballo, mirabilmente curati da Silvana Mantovani nella duplice veste di attrice e coreografa. Da citare inoltre la presenza di musica dal vivo con l’orchestra I Notturni Italiani, le canzoni eseguite da Simona Di Finizio e Marco Musetti e il ritorno sulla scena di un vecchia conoscenza delle Canzonette come Gilberto Galletti, anche regista dello spettacolo. Il tutto condito dalla locandina e dalle scenografie originali del carrista Luca Bertozzi e dai costumi messi a disposizione gratuitamente da Giorgio White che, emozionatissimo, a fine spettacolo ha voluto fare un ricordo della sua amata sorella Anna, recentemente scomparsa.
Impossibile – prosegue Bindi – citare le circa 40 persone che hanno collaborato alla realizzazione di questo particolare spettacolo ma le ringraziamo tutte: scrittori, attori, ballerini, musicisti, retropalco misto con la presenza di instancabili genitori dei ragazzi.
Il Carnevaldarsenasciò continuerà nella sua poliedrica attività teatrale, dialettale e non e ringrazia l’oratorio Anspi S.Rita e la sede della Fgci (bellissimo connubio al servizio della spettacolo) per la messa a disposizione dei locali per le prove. Sono molto soddisfatto – conclude il Polpo Mario Bindi – continuerò questa esperienza soprattutto con i giovanissimi attori, cantanti e ballerini a cui dedico gran parte del tempo. Se i risultati sono questi, possiamo stare tranquilli per il futuro”

(Visitato 205 volte, 1 visite oggi)