A Villa Argentina la presentazione del libro “18 MILLIMETRI DI INDIFFERENZA La cicatrice della mia esistenza”

La scrittrice Barbara Appianosi fa interprete dei sentimenti umani, soprattutto di quelli più nascosti, svelandoci il non detto e il taciuto attraverso le pagine del suo intenso libro 18 MILLIMETRI DI INDIFFERENZA La cicatrice della mia esistenza”,pubblicato dalla casa editrice Kimerik.

Secondo l’autrice, nella rapidità dei tempi moderni, dominati dal motto “tutto e subito”, sono sempre più presenti due spettri: la nostalgia e il cancro. Spesso sono passati sotto silenzio, ma alimentano con forza le nostre paure. In tal senso, l’autrice, nel parlare della propria esperienza di malata oncologica, ci mostra e ci insegna, quale pedagogista di un nuovo umanesimo, una via per capire il tumore e sconfiggerlo.

Solitamente, le narrazioni sulla sconfitta di un brutto male sono narrate in prima persona dal paziente che ha sconfitto l’intruso. Barbara Appiano,invece, nel suo libro fa parlare in prima persona la cellula tumorale che è stata costretta a cedere di fronte alla sua forza d’animo.

Un’introspezione letteraria profonda che ci racconta il dolore e le paure umane, che attraverso un pensiero autentico ci aiuta a svelare gli aspetti più reconditi della personalità.

La presentazione si svolgerà a Villa Argentina mercoledì 27 marzo, alle ore 17.00. All’evento sarà presente l’autrice.

Barbara Appianoè un’autrice che ha fatto della scrittura un pensiero in movimento, un movimento che diventa libro che lei definisce un essere vivente che ci parla attraverso le immagini traslate dalle parole. La parola secondo Barbara Appiano è passato, presente, futuro, perché è la sentinella del nostro divenire.

Il libro ha il patrocinio dell’Associazione Amici per Sempre Chirurgia Ospedale Desio ASST MONZA, alla quale saranno devoluti i proventi dell’autrice per la vendita del libro.

La prefazione è a cura di Sonia Francisetti Brolin.

Per informazioni : Tel. 0584 1647600

Villa Argentina,Via Fratti angolo Via Vespucci, Viareggio

e.mail: [email protected]

Aggiornato il: 26-03-2019 7:10