Sea, Ersu: il Pd di Camaiore scende in campo sulla "guerra" dei rifiuti - Politica Camaiore Versiliatoday.it

Sea, Ersu: il Pd di Camaiore scende in campo sulla “guerra” dei rifiuti

Il Partito Democratico di Camaiore scende in campo, a fianco dell’Amministrazione, con una forte iniziativa politica in merito alla vicenda della raccolta rifiuti:

“Dalla discussione tenutasi nel corso di una partecipatissima assemblea di qualche giorno fa e seguita all’intervento del sindaco Alessandro Del Dotto, che ha aggiornato sugli ultimi sviluppi giuridico-legali della vicenda SEA/ERSU, è emersa la necessità di una forte ed incisiva azione di informazione, sensibilizzazione e coinvolgimento della cittadinanza su un tema cosi cruciale come quello della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti.

Poche semplici domande sono bastate per capire che Camaiore sta andando nella giusta direzione e che c’è un motivo semplice e banale per cui l’amministrazione tira a dritto senza retrocedere di un passo: “vogliamo spendere meno di TARI?”, “vogliamo un servizio di qualità per tutelare il nostro ambiente e per una città più pulita?”, “vogliamo che il gestore non sprechi i nostri denari?”.

Da tempo, il comune di Camaiore sta lavorando per dare una risposta a queste domande, secondo le normative vigenti e nel più totale rispetto della legge, per affidare ad un’altra società il servizio attualmente gestito in modo insufficiente da SEA.

E’ necessario un cambio di passo nella gestione dei rifiuti che l’attuale gestore non è in grado di assicurare e che altri (prima fra tutte ERSU, cui è stato affidato l’incarico con delibera di giunta) invece offrono, facendo risparmiare i cittadini e permettendo al Comune di raggiungere quegli obiettivi di raccolta differenziata che la legge impone.

Chi si oppone a questo cambio lo fa per tutelare i propri particolari interessi che nulla hanno a che fare con l’interesse pubblico e lo fa infischiandosene dei cittadini di Camaiore e del loro sacrosanto diritto ad avere un servizio migliore e a un più basso prezzo. E cosa assai grave lo fa anche rivolgendosi ai nostri amministratori “suggerendo loro” di non approvare, nel prossimo Consiglio Comunale, atti in linea con questo cambiamento.

Ma nessun interesse particolare, nessun “suggerimento”, che sa tanto di velata minaccia, potrà farci arretrare o desistere, quando l’obiettivo è l’interesse pubblico, l’interesse della nostra comunità.

Il P.D. di Camaiore si farà promotore, fin dai prossimi giorni, di iniziative pubbliche a tutti i livelli, fra cui una raccolta firme, volte a sensibilizzare e coinvolgere attivamente i cittadini, nella tutela dei propri legittimi interessi”.

(Visitato 898 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 29-03-2019 8:25