Massa: due arresti in 24 ore

Massa: due arresti in 24 ore.

Si sono conclusi nella giornata di sabato i servizi straordinari disposti, in occasione delle festività pasquali, dal Questore di Massa Carrara, anche su impulso del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Con una perfetta sinergia tra le tre Forze di Polizia interessate (Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza, che ha contributo anche con l’unità cinofila, intervenuta con il cane Mezzanotte), frutto anche dell’attenta pianificazione e della condivisione di informazioni e obiettivi, sono stati svolti mirati controlli alle vie di trasporto pubblico e alle strutture recettive, per aumentare la sicurezza tanto reale, quanto percepita. L’attenzione degli operatori si è concentrata sia sulle fermate sia sui capolinea degli autobus, le stazioni, in particolare, ove sono state sovente segnalate in passato situazioni di disagio e degrado. Per quanto concerne gli esercizi pubblici, i servizi si sono concentrati invece sui locali ove, in passato, si erano verificati episodi tali da richiedere, in qualche occasione, l’intervento delle pattuglie del dispositivo ordinario di controllo del territorio oppure ove era stata segnalata la presenza di persone sospette. Tale attività ha avuto, peraltro, riscontri positivi atteso che, in alcuni di tali luoghi, sono effettivamente state identificate persone gravate da precedenti penali e pregiudizi di polizia, dati ora al vaglio dei competenti uffici per la valutazione di eventuali provvedimenti a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica. Nel corso dell’attività operativa, come detto svolta in modo coordinato dalle tre Forze di Polizia interessate, che hanno alternato la propria presenza sui luoghi, distribuiti nell’intero territorio provinciale, e fasce orarie concordate in modo da ottimizzare l’azione e non dare soluzione di continuità ai servizi, sono stati complessivamente controllati 25 veicoli e identificate 150 persone, molte delle quali gravate da pregiudizi di polizia per vari reati. I servizi svolti hanno consentito inoltre di dare esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere per reati inerenti gli stupefacenti nei confronti di un cittadino marocchino rintracciato nel comune di Montignoso nonchè nel corso del medesimo servizio è  stato deferito all’autorità giudiziaria un cittadino nordafricano per reati afferenti la normativa sugli stranieri con numerosi precedenti per spaccio e ricettazione. Significativo è stato inoltre il contributo del locale Posto di Polizia Ferroviaria che nell’ambito della medesima attività ha proceduto presso la stazione ferroviaria all’arresto di un cittadino marocchino di 55 anni sul quale gravava un’ordine di carcerazione della locale procura per l’espiazione di dieci mesi di reclusione, lo stesso al termine delle procedure di rito è stato associato alla competente casa circondariale. Il buon esito dei servizi, sia sul piano quantitativo, sia su quello qualitativo, e la cooperazione e il gradimento espresso dalla cittadinanza costituiscono la conferma dell’utilità dell’ormai consolidato approccio di sinergica collaborazione tra le diverse componenti del sistema provinciale di pubblica sicurezza. I servizi appena terminati costituiscono un esempio positivo che sarà perciò replicato non solo in relazione alle esigenze particolari connesse a festività o per occasioni di rilievo, ma anche nell’attività ordinaria, potenziando coordinamento e collaborazione tra le Forze di Polizia.

Aggiornato il: 20-04-2019 11:59