Pulizie di primavera in pineta di levante: trovati rifiuti di ogni genere e decine di siringhe - Cronaca Viareggio Versiliatoday.it

Pulizie di primavera in pineta di levante: trovati rifiuti di ogni genere e decine di siringhe

L'eroina tornata "di moda", come nel decennio ’70/80?

Pulizie di primavera, in pineta di levante tra Viareggio e Torre del Lago. Li, nel Parco, dove dovrebbe regnare la natura, è stato trovato di tutto: tra plastica in abbondanza, rifiuti di vario genere, anche un paio di scarpe, decine e decine di siringhe abbandonate.

Nel parco ci si buca, di notte, come di giorno: questa l’unica spiegazione. L’eroina tornata “di moda”, come nel decennio ’70/80? La domanda è legittima. Ma di droga si muore, e questo è un dato su cui riflettere.  La cronaca ci insegna. Era l’agosto del 2008, il 21 per l’esattezza, quando due persone che si erano fatte di eroina in un boschetto al confine tra Piano di Conca e Piano di Mommio, morirono per overdose. Ad avvistare il primo cadavere furono tre persone che stavano facendo footing nella strada sterrata che portava al centro ippico La Quinta. Il viottolo tra i campi era il proseguimento della via della strada che pochi percorrono. Il maneggio infatti è raggiungibile più agevolmente da un’altra parte. I tre sportivi avevano trovato un ragazzo disteso a terra e privo di sensi al lato del viottolo, sull’erba. Accanto al corpo una bicicletta, rossa. A poche decine di metri, in un boschetto dall’altra parte della strada sterrata, era poi stato ritrovato il corpo senza di vita di una altra persona. Nel braccio una siringa ancora conficcata. A terra un’altra siringa. Da una ricostruzione sommaria dei fatti da parte degli investigatori giunti sul posto i due si erano appartati per iniettarsi una dose e si erano sentiti male. Il più giovane aveva cercato di scappare con la bicicletta per cercare aiuto. Ma dopo poche decine di metri non ce l’aveva fatta e si era accasciato lungo il fosso che costeggia la strada sterrata. Una dose mortale, forse eroina tagliata male o troppo pura. Un episodio, questo, che a distanza di oltre 10 anni torna in mente guardando l’ammasso di siringhe ritrovate in pineta di levante: con una unica differenza, il luogo: allora appartato, oggi nel parco frequentato da famiglie con bambini, di chi porta li il cane per una passeggiata nel polmone verde di Viareggio o da chi, semplicemente, vuole ammirare la bellezza della natura.

(Visitato 659 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 05-05-2019 13:26