“Tolgo il disturbo”.

Il procuratore capo della Procura lascia Massa  e saluta:

“Per ben 8 anni ed oltre ho avuto l’ardire di lavorare in questi nobili Uffici a contatto di tutti voi, esimi ed illustri Magistrati della Procura della Repubblica, del Tribunale e dell’Ufficio di Sorveglianza; eccellentissimi Avvocati; preziosi Uomini delle Forze di Polizia; eterei Signori delle Segreterie e delle Cancellerie; ineffabili Rappresentanti delle Istituzioni politiche e sociali della Provincia di Massa Carrara; insostituibili Comunicatori della carta stampata.

8 anni: troppi! Mi accorgo adesso di avere abusato oltre ogni limite di umana sopportazione della vostra benevolenza… Quel vostro dar prova di quotidiana pazienza che è degli Spiriti nobili e commuove; quel vostro soffrire in silenzio che dà la misura della vostra Grandezza d’animo; quel vostro continuo e raro esercitar carità cristiana verso l’impertinente che tocca nel profondo… Tutte cose che mi fanno comprendere adesso, volgendo il pensiero al passato, che la Sorte mi ha riservato il raro privilegio di conoscere, con voi, persone eccelse, di levatura eccezionale; con voi di aver dimestichezza; di voi sperimentare le superiori virtù, Nobili Signori!

Oltre 8 anni di afflizione con la mia presenza: troppi!

Me ne rendo conto e non posso abusare oltre. E prima che siate voi a cacciarmi, mossi dal comprensibile impulso di librarvi della mia fastidiosa e non più sopportabile persona, vi dico: vado via, l’età mi indirizza verso altre mete! Ve lo deve il trascorrere del tempo, ve lo devo io per restituirvi alla pace ed alla serenità che la mia presenza vi ha tolto!

Tolgo il disturbo! Dal 06 maggio vi lascio alla noia ed all’indifferenza che vi competono! E … perdonatemi se ho osato, perdonate l’ardire!”

 

 

(Visitato 5.357 volte, 1 visite oggi)
TAG:
aldo giubilaro massa procura

ultimo aggiornamento: 08-05-2019


False informazioni su una scomparsa, denunciata. Il caso a Chi l’ha visto

Mostra una pistola al commerciante che lo aveva sorpreso a rubare in negozio: arrestato dalla Polizia di Stato