Foto Versiliatoday

Il Porto di Viareggio resta pubblico: I Care si ggiudica l’asta per 783mila euro.

A renderlo noto, con soddisfazione, è stato lo stesso sindaco Giorgio Del Ghingaro durante una conferenza stampa a Villa Paolina, convocata questa pomeriggio. I 7 dipendenti sono salvi: verranno riassunti.

Il porto, poco più di 10 anni fa, quando fu aperta la gara per far entrare il socio privato Ferragamo, valeva 20 milioni di euro. Poi la crisi della Viareggio Porto, società del comune nata per gestire i 570 approdi della Madonnina e del Triangolini, schiacciata dai debiti, e finita in concordato preventivo nel 2014.

L’altra offerta, unica, all’asta odierna  – la precedente era andata deserta – era stata quella di un imprenditore lucchese, Claudio Paoli, pari a 590mila euro, ribassata del 25%.  Contestata, dal legale di quest’ultimo, l’aggiudicazione: “E’ illegittima”. La motivazione quella che il “pubblico” aveva fatto fallire la Viareggio Porto.

“Un fatto storico” , il commento del sindaco Giorgio Del Ghingaro che ha aggiunto che per I Care non è stata necessaria la ricapitalizzazione  per acquisire il Porto.

Il comune sarebbe già al lavoro con la Regione per allargare la proprietà.

“Sono stato cacciato fuori dalla conferenza stampa dal sindaco – scrive il consigliere della Lega Alessandro Santini su Fb: “Del Ghingaro come Briatore, ma che modi sono?Anche io rappresento i cittadini”.

(Visitato 1.565 volte, 1 visite oggi)