Pulizie alla Lecciona: “Non calpestare le dune”

Oggi, Sabato 25 maggio, sulla spiaggia della Lecciona (Riserva Naturale del Parco Migliarino San Rossore Massaciuccoli), si è tenuto il consueto appuntamento “Spiagge Pulite” che ogni anno Legambiente organizza sulle spiagge d’Italia nell’ultimo weekend di maggio.

Quest’anno la pulizia della spiaggia è stato un evento collaterale, mentre l’attività principale in cui si sono cimentati i volontari è stato il posizionamento di cartelli esplicativi lungo i camminamenti di attraversamento delle dune fino alla spiaggia: i cartelli, concordati con il Parco, hanno lo scopo di sensibilizzare i frequentatori della zona sulla fragilità di questo ambiente e degli organismi che lo abitano, la cui sopravvivenza può essere compromessa da comportamenti scorretti, anche involontari.

Il calpestio ad esempio è tra le cause principali del degrado dell’ambiente dunale, ma anche della distruzione dei nidi di fratino (Charadrius alexandrinus), una specie in via di estinzione, estremamente mimetica, che ancora si riproduce sulla nostra spiaggia, nella fascia tra la duna e la battigia.

Chi frequenta questa zona ha il dovere di collaborare alla sua conservazione, attenendosi ai richiami riportati sui cartelli. Per evitare lo sconfinamento tra le dune, alla fine dei camminamenti è stata anche realizzata la delimitazione di un percorso preferenziale, utilizzando il legname spiaggiato.

Nel corso della giornata sono stati piantati 22 cartelli, lungo i 7 camminamenti presenti nella Riserva, tra Viareggio e Torre del Lago, mentre sono stati ricollocati anche alcuni cartelli numerati segnaletici della Protezione Civile presenti lungo la spiaggia.

All’iniziativa hanno partecipato circa 60 persone, tra cui una quarantina di studenti di 3 classi del Liceo Scientifico di Viareggio con i loro insegnanti.

“Ringraziamo per la collaborazione l’Ente Parco, il Comune di Viareggio ed il Consorzio di Bonifica Toscana Nord – commenta la presidente di Lega Ambiente: “Auspichiamo che il lavoro nostro e dei volontari che hanno preso parte alla manifestazione non venga vanificato da atti di vandalismo e che sempre più frequentatori si uniscano a noi nell’impresa di tutelare con ogni mezzo la meraviglia che le dune fiorite ci offrono, ogni volta che ci affacciamo alla spiaggia della Lecciona”.

 

Aggiornato il: 25-05-2019 17:14