Chiedeva prestazioni sanitarie in esenzione ma era una “finta povera”

Chiedeva prestazioni sanitarie in esenzione ma era una “finta povera”. È stata scoperta dalle fiamme gialle della Compagnia di Portoferraio.

Di origini marocchine, ex commerciante di tendaggi, da diversi anni residente all’Elba, è stata sanzionata per aver illegittimamente beneficiato di servizi sanitari erogati dallo Stato, dalla concessione di visite specialistiche all’acquisizione gratuita di farmaci.

Dalla consultazione delle banche dati in uso al Corpo è emerso infatti che la donna, per l’anno d’imposta 2014, ha percepito entrate superiori a una delle soglie limite per fruire dell’esenzione dal pagamento del ticket.

I finanzieri elbani sono risaliti a lei mirando le prestazioni sanitarie fruite da chi utilizza false dichiarazioni per ricevere aiuti economici e servizi sociali di assistenza che invece spettano ai cittadini realmente a disagio sotto il profilo economico e sociale.

Aggiornato il: 05-06-2019 9:11