Roma è iscritta ufficialmente all’Anagrafe Antifascista di Stazzema. Lo annunciano le forze politiche in Assemblea capitolina. Si è infatti concluso l’iter avviato con l’approvazione di una mozione nel luglio 2018.
“Siamo orgogliosi di annunciare che la Capitale è ora ufficialmente iscritta all’Anagrafe Antifascista di Stazzema in seguito a una mozione, pienamente condivisa dal M5s, che l’Assemblea Capitolina ha approvato lo scorso luglio. Supportare la carta di Stazzema significa essere per un mondo senza guerre, terrore e forme di oppressione; un futuro migliore, di progresso sostenibile, bellezza e civiltà. E poi ancora avere fiducia nell’uomo e nelle sue potenzialità, nella ragione, nella cultura. Grazie alla sindaca Virginia Raggi e al comune di Stazzema per averci dato l’opportunità di far parte di questa comunità”, fa sapere via social il M5S.
Anche il capogruppo del Pd capitolino Giulio Pelonzi ha dichiarato: “Roma Capitale è stata ufficialmente iscritta all’Anagrafe Antifascista di Stazzema. Lo ha comunicato pochi giorni fa il comune toscano al gabinetto della Sindaca Raggi. E’ la conclusione dell’iter avviato dall’Assemblea Capitolina che il 12 luglio del 2018 ha approvato con 32 voti favorevoli, 3 contrari e un astenuto la mozione presentata dal Partito Democratico Capitolino e sottoscritta anche dai gruppi Roma torna Roma, Sinistra per Roma, M5S e Gruppo Misto. Esprimo, anche a nome del Gruppo del Pd Capitolino, grande soddisfazione di far parte dei Comuni che sostengono la Carta di Stazzema.
Aderendo all’iniziativa del Sindaco di Stazzema di istituire un Comune Virtuale Antifascista, Roma insieme a Torino, Firenze, Livorno e altri comuni italiani, diventa ufficialmente sostenitore della Carta di Stazzema”

(Visitato 134 volte, 1 visite oggi)