Un gambiano di 30 anni per sfuggire alla polizia che lo stava inseguendo si è gettato in Arno nel centro di Pisa ma dopo poche bracciate a nuoto è stato fermato da un tender dei vigili del fuoco allertati per dare assistenza ai poliziotti. L’uomo è stato arrestato. L’episodio è avvenuto intorno alle 15.00.
Lo straniero, poco prima, aveva rapinato del telefono cellulare una coppia di fidanzati in un parco cittadino provocando qualche lieve lesioni al ragazzo che aveva cercato di opporsi mentre la fidanzata ha immediatamente chiesto aiuto al 113. In breve la pattuglia è giunta sul posto e ha riconosciuto il malvivente grazie all’accurata descrizione fornita dalle vittime della rapina. Vistoso scoperto il gambiano ha nascosto il telefono cellulare in un cespuglio e poi si è calato giù dalle spallette raggiungendo un camminamento sotto un ponte e da qui si è tuffato per scappare a nuoto. Dopo le formalità di rito è stato trasferito in carcere con l’accusa di rapina.

(Visitato 97 volte, 1 visite oggi)
TAG:
arno arresto pisa

ultimo aggiornamento: 09-06-2019


Ubriaco al pronto soccorso va in escandescenze, arrestato

Picchia e insulta la compagna, arrestato