Lola lascia il canile: affidata a Colonia Cristiana, poi andrà dai familiari della donna che si è suicidata

Lola, la boxer di 13 anni rimasta sola, e portata in canile, dopo il suicidio della sua amata mamma umana, da oggi è presa in affidamento da Colonia Cristiana: “E’ bellissima e amorosa, mi viene quasi da piangere, sembra lo senta quanto voglio bene agli animali, e lo ha capito che noi eravamomo andati li per prenderla . fanno sapere Emanuele Battella e sua madre Dina Lazzerini: “Non so come abbia fatto, ma lo ha capito. La stiamo portando subito dal veterinario per fargli fare i controlli, la teniamo con noi fin quando i familiari della vittima non avranno sistemato le ultime cose e la potranno tenere. Ma con noi è in mano d’oro. I familiari sono stati sempre vicino ma lei, la vittima del gesto estremo,  non ce la faceva più  a farsi mantenere, aveva vergogna, aveva bisogno solo di un lavoro povera creatura”. Lola, fanno sapere da Colonia Cristiana, resterà con loro 4 o 5 mesi, il tempo che il fratello della donna trovi una casa con giardino.
“Il cane, fa sapere il dottor Roberto Pieroni della Asl veterinaria, era stato affidato al fratello della defunta, che si è presentato oggi alle 14 per intestarsi la boxer. Sapevo che avrebbe affidato Lola a persona fidata per un periodo di tempo”.

Aggiornato il: 10-06-2019 19:03