"Solidarietà a Katiuscia Marchetti che ha denunciato il fatto razzista sul molo di Viareggio, ricevendo poi insulti vergognosi" - Politica Viareggio, Top news Versiliatoday.it

“Solidarietà a Katiuscia Marchetti che ha denunciato il fatto razzista sul molo di Viareggio, ricevendo poi insulti vergognosi”

” Esprimiamo la nostra solidarietà alla nostra iscritta Katiuscia Marchetti la quale ha denunciato il fatto razzista accaduto a Viareggio, ricevendo in seguito degli insulti vergognosi”.

E’ la nota stampa del Partito Comunista e Fronte della Gioventu’ Comunista Versilia dopo la notizia dell’aggressione avvenuta ai danni di una ragazza di colore sul molo ( LEGGI QUI: “Una ragazza di colore è stata aggredita sul molo da un fascista viareggino”):

“Non è la prima volta che si manifestano a Viareggio episodi razzisti nei confronti di donne extra comunitarie; come raccontato da Katiuscia una donna di colore si era fermata a riposare su una panchina davanti a Tito del Molo. Un uomo in evidente stato di alterazione, qualificatosi poi come viareggino di pura razza e fascista, ha cominciato a minacciare la poveretta; l’uomo, con fare sempre più minaccioso, è arrivato fino ad impossessarsi della merce della donna ed ha tentato di buttarla via. Assistendo alla scena un passante riprendeva l’uomo a non usare violenza verso la donna, tale cosa infastidiva il “puro viareggino” fiNo ad avere un piccolo alterco con il passante. Tutto si risolveva con una scaramuccia fra i due uomini ed infine con il rapido allontanamento dell’assalitore. La donna poteva così rientrare in possesso della sua merce. L’incidente trovava molto peso sulle testate on line locali le quali hanno immediatamente riportato la notizia. Come al solito si sono scatenati i leoni della tastiera con i commenti più coloriti, fra i quali, molti non a sorpresa, condannavano la “negra” che in fin dei conti era una commerciante abusiva.
Come Partito Comunista siamo del tutto consapevoli, che i mercanti ambulanti sono terribilmente sfruttati da un sistema marcio di sfruttamento che da decenni ormai e’ presente sul nostro territorio. Riteniamo quindi vergognoso che si scarichi la colpa su gente che muore di fame e cerca di guadagnarsi quel poco per vivere. Ecco perche’ come comunisti porteremo sempre la nostra battaglia per l’unita’ di tutti i lavoratori contro il vero nemico, ossia coloro che sfruttano i lavoro altrui per i propri interessi”.

(Visitato 2.598 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 22-06-2019 9:51