Stretta su chi guida con il telefono in mano: la Polstrada a Firenze sorprende 20 automobilisti in poche ore

Nella giornata di ieri, la Polizia Stradale di Firenze, nel corso di un’operazione volta a prevenire gli incidenti dovuti alla distrazione, ha sanzionato 20 automobilisti che sono stati sorpresi a guidare con il telefonino in mano, ai quali sono stati decurtati, nel complesso, ben 100 punti dalle patenti di guida.

Durante il servizio è stato sanzionato un automobilista che, mentre guidava, aveva il telefono vicino all’orecchio ed era intento a parlare con qualcuno. L’uomo si è giustificato asserendo di stare utilizzando il cellulare non per conversare, ma solo per guardare un messaggio che gli era appena arrivato.

A tutti gli automobilisti fermati e multati, gli Agenti della Polizia Stradale hanno ricordato che, quando si conduce un’auto, le mani devono impugnare il volante, in modo da poter effettuare sempre tutte le manovre necessarie, anche in presenza di un ostacolo improvviso. Impugna il cellulare alla guida significa non solo far correre il serio rischio di fare del male a sé ed agli altri, ma significa anche incorrere in una sanzione di oltre 100,00 euro, oltre alla diminuzione di 5 punti sulla patente.

Ancora, secondo quanto previsto dal Codice della Strada, nel caso l’infrazione sia stata commessa entro i 2 anni precedenti, la patente viene sospesa da 1 a 3 mesi.

Dall’inizio dell’anno, le pattuglie della Sezione della Polizia Stradale di Firenze hanno sanzionato centinaia di persone, 287 per la precisione, a causa di condotte poco virtuose mentre erano alla guida del mezzo condotto e si erano poste in condizione di distrazione.

(Visitato 664 volte, 1 visite oggi)

Scontro tra auto e moto, un morto e tre feriti

Beccato senza biglietto aggredisce il capotreno, 43enne nigeriano arrestato