Il personale della Polizia Ferroviaria di Viareggio notava due individui che stavano per salire a bordo di un treno diretto a Firenze.
Entrambi avevano al seguito due biciclette ciascuno, circostanza che insospettiva gli operatori di Polizia.-
Il controllo permetteva di appurare che entrambi erano gravati da alcuni precedenti di polizia.-
I due uomini, di 30 e 27 anni, entrambi italiani residenti a Certaldo, venivano accompagnati presso l’Ufficio di Polizia Ferroviaria all’interno della stazione, dove venivano effettuati accertamenti approfonditi sui velocipedi, peraltro di notevole valore: le quattro biciclette, complessivamente, avevano un valore economico che superava i 7.500 euro.-
Le indagini permettevano di accertare che le biciclette erano state asportate nel primo pomeriggio in un paio di stabilimenti balneari di Marina di Pietrasanta e Lido di Camaiore; per due di esse era già stata presentata la denuncia di furto.
Anche le immagini registrate dal sistema di video sorveglianza di uno degli stabilimenti balneari risultavano utili, dimostrando che i due uomini fermati erano effettivamente gli autori dei furti.-
Tutte le biciclette, con grande soddisfazione, venivano restituite ai legittimi  proprietari nella stessa serata di sabato.-
M.A e O.G., queste le iniziali degli autori del furto, venivano denunciati a piede libero alla Procura della  Repubblica presso il Tribunale di Lucca per il reato di furto aggravato continuato in concorso
(Visitato 2.171 volte, 1 visite oggi)
TAG:
bici rubate polfer stazione viareggio

ultimo aggiornamento: 29-07-2019


“Spiagge libere, Jova go home”, le scritte in Darsena. Il Sindaco: “Energie spese per gli idioti”

Jova beach da sold out: a garantire la sicurezza le forze dell’ordine con artificieri e cani anti esplosivo