Beccati alla stazione di Viareggio mentre salgono sul treno per Firenze con le bici rubate in due bagni

Il personale della Polizia Ferroviaria di Viareggio notava due individui che stavano per salire a bordo di un treno diretto a Firenze.
Entrambi avevano al seguito due biciclette ciascuno, circostanza che insospettiva gli operatori di Polizia.-
Il controllo permetteva di appurare che entrambi erano gravati da alcuni precedenti di polizia.-
I due uomini, di 30 e 27 anni, entrambi italiani residenti a Certaldo, venivano accompagnati presso l’Ufficio di Polizia Ferroviaria all’interno della stazione, dove venivano effettuati accertamenti approfonditi sui velocipedi, peraltro di notevole valore: le quattro biciclette, complessivamente, avevano un valore economico che superava i 7.500 euro.-
Le indagini permettevano di accertare che le biciclette erano state asportate nel primo pomeriggio in un paio di stabilimenti balneari di Marina di Pietrasanta e Lido di Camaiore; per due di esse era già stata presentata la denuncia di furto.
Anche le immagini registrate dal sistema di video sorveglianza di uno degli stabilimenti balneari risultavano utili, dimostrando che i due uomini fermati erano effettivamente gli autori dei furti.-
Tutte le biciclette, con grande soddisfazione, venivano restituite ai legittimi  proprietari nella stessa serata di sabato.-
M.A e O.G., queste le iniziali degli autori del furto, venivano denunciati a piede libero alla Procura della  Repubblica presso il Tribunale di Lucca per il reato di furto aggravato continuato in concorso

Aggiornato il: 29-07-2019 13:45