Aida annullata al Pucciniano, Santini presenta interrogazione

Aida programmata al Pucciniano per il 2 agosto e annullata.
L’interrogazione di Alesandro Santini:
“Si sarebbe trattato di un’ottimo progetto, all’interno della programmazione che avrebbe risaltato Puccini e il suo tempo, quindi una splendida idea, che avrebbe portato “AIDA” per la prima volta al Festival Pucciniano, in ricordo dell’amore e passione che il Maestro Giacomo Puccini nutrì per quest’opera, tanto da farlo andare a piedi da Lucca a Pisa per assistere alla sua rappresentazione.
Per tanto chiedo di sapere:
  • perché l’opera di “AIDA”, prevista per il prossimo 2 agosto 2019, è stata cancellata?
  • chi doveva eseguire l’opera? Ovvero, quale coro, orchestra e cantanti sarebbero stati utilizzati per tale opera?
  • che rapporti ha la Fondazione Festival Puccini con ASAC (Associazione Siciliana Arte e Cultura)?
  • Chiedo di ricevere tutta la documentazione tra Fondazione Festival Pucciniano e ASAC inerente ad “AIDA”.
  • Cosa ha a che fare il Maestro Pappalardo con ASAC?
  • Esiste corrispondenza tra ASAC e il Festival Pucciniano che attesti l’interessamento da parte del Maestro Pappalardo in tale organizzazione?
  • Non è che per caso l’opera di “AIDA” era realizzata tramite ASAC?
  • Se sì, per l’opera di “AIDA” non svolta, sarebbe stato già versato un anticipo ad ASAC?
  • Se la risposta fosse positiva: quanto sarebbe stato corrisposto come anticipo ad ASAC e soprattutto: perché?
Alla presente interrogazione è espressamente richiesta una risposta scritta e la consegna della documentazione nei tempi previsti dal Regolamento del Consiglio Comunale”.

Aggiornato il: 01-08-2019 10:52