Malore in piscina, paura per un bambino a Torre del Lago

Ambulanza, automedica e Pegaso, sono atterrati in un campo in via Cavour a Torre del Lago, poi la corsa folle all’ospedale di Massa. Da quanto riferito dal 118 un bimbo di due anni e mezzo è affogato nella piscina – gonfiabile –  di casa in via Fosso Guidario. A trovarlo riverso nell’acqua, privo di sensi, sono stati i genitori. Andato in arresto cardiaco è stato subito soccorso, praticandogli la rianimazione e poi portato in codice rosso all’Opa dove i medici lo hanno ricoverato in gravi condizioni. Il team dell’Opa, avvisato e messo in allarme per accogliere il bambino, lo ha attaccato alla macchina cuore polmone, la stessa della piccola Sofia, poi morta, per permettere la circolazione extracorporea.

Sul posto anche la Polizia, per gli accertamenti di rito. Da quanto ricostruito dagli agenti stasera intorno le ore 19:00, mentre i familiari stavano preparando per la cena, in un attimo di distrazione, il bambino è entrato nella piscina fuori terra presente nel giardino di casa e al cui interno non era presente nessuno.  Ha bevuto dell’acqua perdendo conoscenza. È stato trovato pochi istanti dopo dalla mamma e dalla zia ed insieme al padre hanno praticato un tentativo di rianimazione sul posto. Poco dopo è arrivata l’ ambulanza e poi è stato trasportato in elisoccorso a Massa.
Attualmente è ricoverato e sotto osservazione da parte dei medici che ovviamente non hanno sciolto la prognosi.
Gli accertamenti del caso proseguono  d ‘intesa con il pm di turno, dottoressa Sara Polino.

 

 

Aggiornato il: 01-08-2019 20:28