Malore in piscina a Torre del Lago, gravi le condizioni del bimbo

Il battito cardiaco e la circolazione sanguigna hanno ripreso regolarmente, ma, da quanto riferiscono le fonti mediche, la respirazione è ancora indotta artificialmente. Restano poi da valutare i rischi neurologici per il piccolo

Restano stazionarie ma sempre gravi le condizioni del bimbo di due anni e mezzo ricoverato da ieri sera all’ospedale pediatrico Opa di Massa, dopo essere stato ritrovato dai genitori in stato di annegamento all’interno di una piccola piscina allestita nel giardino della loro casa a Torre del Lago.  Il battito cardiaco e la circolazione sanguigna hanno ripreso regolarmente, ma, da quanto riferiscono le fonti mediche, la respirazione è ancora indotta artificialmente. Restano poi da valutare i rischi neurologici per il piccolo.
In base alla ricostruzione della polizia di Viareggio, mentre i familiari stavano preparando per la cena, in un attimo di distrazione il bambino è entrato nella piscina, al cui interno non era presente nessuno. Il piccolo ha bevuto dell’acqua perdendo conoscenza. E’ stato trovato pochi istanti dopo dalla madre e dalla zia che insieme al padre hanno praticato un tentativo di rianimazione sul posto. Poco dopo è arrivata l’ambulanza e poi è stato trasportato in elisoccorso a Massa

Aggiornato il: 02-08-2019 12:24