Legato al guinzaglio e a un secchio pieno di cemento: orrore nel canale Burlamacca

Taglia media, pelo chiaro, il cane era in avanzato stato di decomposizione: indagini sul chip per risalire al proprietario

Orrore, nel canale Burlamacca. La segnalazione, arrivata da parte di alcuni passanti alla sala operativa della Capitaneria di Porto di Viareggio, riferiva di una carcassa di cane che galleggiava in acqua, e i militari si sono subito fiondati sul posto. Il corpo del povero cane, ormai in avanzato stato di decomposizione, era legato con un guinzaglio al quale era stato attaccato un secchio di plastica riempito di cemento, una sorta di zavorra per non farlo riafforare. Gli uomini della Guardia Costiera, una volta recuperata la carcassa, hanno subito contattato il personale della Asl Veterinaria, per individuare se il cane abbia un chip e poter risalire al proprietario. Taglia media,  pelo chiaro, visto l’avanzato stato di decomposizone è difficile capire la razza.  Le indagini proseguono, per capire se il 4 zampe sia stato gettato nel canale già morto oppure sia stato barbaramente ucciso.

Aggiornato il: 05-08-2019 13:45