Massarosa, un fondo contro i maltrattamenti di animali

Un fondo per la prevenzione ed il contrasto del maltrattamento degli animali. E’ quello che la Prefettura di Lucca ha riconosciuto al Comune di Massarosa sulla base di un progetto organico presentato il 25 giugno scorso e per il quale è arrivata in settimana la risposta ufficiale.

A Massarosa arriverà quindi un contributo di 3.709 euro. La comunicazione ufficiale è arrivata: l’amministrazione comunale, in accordo con la comandate della polizia municipale, deciderà nei prossimi giorni a quale attività specifica destinare la somma. Il progetto completo infatti (per il quale era stato chiesto un contributo totale di 56 mila euro) prevedeva l’assunzione a tempo determinato per sei mesi di un operatore di polizia municipale, la realizzazione di una struttura (canile), l’acquisto di due lettori microchip e l’acquisto di un’autovettura attrezzata per il trasporto degli animali.

Il fondo ottenuto dal Comune di Massarosa andrà comunque ad incrementare il controllo di situazioni illecite o illegali nella gestione dei ricoveri per gli animali, oltre che a tutela e a salvaguardia degli animali stessi. Nella relazione di presentazione del progetto infatti la Comandante della Polizia Municipale fa un quadro preciso della situazione nel Comune: a Massarosa sono presenti cinque canili, due pensioni per cani, due allevamenti di cani di razza, quattro ricoveri per cani da caccia, diversi maneggi di cavalli, ovini, asini e alpaca e sei colonie feline.

La nostra attenzione per il rispetto degli animali è alta. Questi fondi – spiega il sindaco Alberto Coluccini – coprono solo una parte di quello che sarebbe stato necessario per implementare questo importante servizio, ma è comunque una buona base di partenza. Non dimentichiamo infatti che oltre alla salute e al rispetto degli animali, c’è di mezzo anche la sicurezza degli uomini. Nel nostro Comune infatti ogni anno in media la municipale multa circa 100 persone per mancata custodia di cani che, finiti in mezzo alla strada, possono loro malgrado causare incidenti stradali”.

--

Aggiornato il: 19-08-2019 18:14