“Governo PD – M5S, se Conte cade giusto provare”

“Governo PD – M5S, se Conte cade giusto provare”

Lo afferma in una nota il consigliere comunale di Viareggio Luca Poletti:

“Il quadro politico italiano presenta tre forze (PD, M5S e Lega) che rappresentano circa il 75% dell’elettorato.
Il nostro sistema attuale è di fatto proporzionale tant’è che la Lega e M5S, alle ultime elezioni politiche, si erano presentati su fronti contrapposti.
Purtroppo oggi la politica non si fa su grandi temi ma si basa sulla denigrazione e l’offesa dell’avversario. Una politica usa e getta da consumarsi quotidianamente sui social. Quindi diviene difficile poi dialogare quando si semina odio e non idee e soluzioni. Ma la politica è un divenire e se andiamo a vedere in concreto, per esempio su temi sociali e ambientali, sono molte le cose su cui può essere trovata un’intesa per un governo di legislatura tra PD e M5S.
Altre soluzioni, tipo Governi tecnici del Presidente (alla Monti) e/o di tipo istituzionale, “per allungare il brodo” , sono per me solo deleteri. Pertanto o accordi politici di legislatura o elezioni prima possibile.
Il PD quindi farebbe bene a rendersi disponibile nei colloqui con il Capo dello Stato, ovviamente se Conte si dimetterà domani o sarà sfiduciato perché come, diceva Boskov, “Rigore è quando arbitro fischia”.”

Aggiornato il: 20-08-2019 9:11