La Viareggio balneare ha un grande passato dietro le spalle, ma nel futuro cosa accadrà? - Cronaca Viareggio Versiliatoday.it

La Viareggio balneare ha un grande passato dietro le spalle, ma nel futuro cosa accadrà?

La Viareggio balneare ha un grande passato dietro le spalle, ma nel futuro cosa accadrà? Saprà rispondere alle sfide della globalizzazione, dalla concorrenza delle località emergenti alla direttiva  Bolkestein?

Il tema sarà al centro di una conferenza pubblica, “La Viareggio balneare ieri, oggi e domani” che si svolgerà allo stabilimento balneare Principe di Piemonte mercoledì 28 agosto alle 18. La conversazione prenderà l’avvio dal libro “La regina delle spiagge – Breve storia balneare di Viareggio dalle origini ai nostri giorni” (editrice l’Ancora). Interverranno gli autori, Giampaolo Ghilarducci e Umberto Guidi, con la partecipazione di Adolfo Lippi, giornalista, regista e scrittore.

Il luogo dell’incontro non è casuale: il bagno Principe di Piemonte, sorto nel 1938 come Select, è stato da sempre una delle strutture balneari più avanzate del nostro paese. Il recente restauro che ha restituito a Viareggio un luogo d’eccellenza del turismo balneare indica la strada per fronteggiare le sfide del futuro. Viareggio, che ha per prima in Italia intrapreso il percorso della moderna balneazione – con la costruzione nel 1827 degli storici bagni Nereo e Dori – ha le carte in regola per rispondere alle sfide degli anni Duemila. Ingresso libero.

Aggiornato il: 26-08-2019 11:21