Tenta la fuga dopo la rapina in banca con la maschera. Arrestato dalle Volanti della Questura di Massa Carrara.

Alle ore 10.30 circa, di oggi la Sala Operativa della Questura diramava la nota che presso la Banca Carige di Massa, viale Roma n. 209, era stata perpetrata una tentata rapina a mano armata da un soggetto di mezza età il quale, dopo aver minacciato il personale di Banca intimandolo a consegnare tutto il denaro, si allontanava dall’istituto bancario senza riuscire nei suoi intenti criminosi.
Le Volanti dell’U.P.G.S.P. si portavano immediatamente verso l’indirizzo indicato, mantenendo costanti contatti con la Sala Operativa per segnalare lo spostamento del rapinatore nelle vie cittadine.
L’uomo veniva notato salire a bordo di una Lancia Y di colore grigio scuro, parcheggiata nei pressi della vicina Esselunga. Dopo essersi immesso sul Viale Roma, il veicolo veniva intercettato e bloccato all’intersezione con Via Fantoni, dalle pattuglie dell’U.P.G.S.P. e da una pattuglia automontata del Reparto Prevenzione Crimine Firenze, presente in città nella mattinata per la consueta intensificazione dei servizi di controllo del territorio.
Il rapinatore veniva intercettato dalle auto della Polizia di Stato. Una volta identificato, veniva sottoposto a perquisizione personale e del veicolo. L’attività consentiva di rinvenire, sotto il sedile lato passeggero, una busta in plastica di colore bianco contenente n.1 pistola giocatolo di materiale plastico con la punta di colore rosso con relativo caricatore completo di pallini in plastica; n.1 giubbotto di colore blu scuro di stoffa; n.1 maschera di gomma riproducente l’immagine dell’ex presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan; n.1cappello da pescatore di colore blu; n.1 paio di guanti di colore nero; n.1 foglio di carta con impressi numerosi indirizzi di istituti bancari; n.1 telefono cellulare. Tutto il materiale rinvenuto veniva sottoposto a sequestro penale.
Gli accertamenti esperiti consentivano di ricostruire che il rapinatore in mattinata era entrato armato di pistola in banca, minacciando i presenti e intimandoli di consegnare il denaro. Il malvivente dopo aver appurato l’assenza di denaro liquido, si allontanava dalla Banca senza però riuscire a far perdere le proprie tracce, grazie al tempestivo intervento dei poliziotti ed alla collaborazione offerta dai cittadini che avevano assistito alla tentata rapina.
L’individuo, soggetto pericoloso già noto alle forze dell’ordine, veniva tratto in arresto in flagranza di reato per la fattispecie delittuosa di tentata rapina aggravata. Lo stesso veniva associato in carcere, come disposto dal P.M. di turno presso il Tribunale di Massa.
L’auto sulla quale viaggiava presa a noleggio per l’occasione, veniva restituita al rappresentante della ditta proprietaria.
Nei confronti del rapinatore i poliziotti della Divisione Anticrimine della Questura hanno emesso, contestualmente all’arresto effettuato dai colleghi delle Volanti, il provvedimento di foglio di via obbligatorio dai comuni di Massa, Carrara e Montignoso, in quanto soggetto pericoloso residente in altra provincia limitrofa.

(Visitato 987 volte, 1 visite oggi)
TAG:
banca carabinieri maschera massa-carrara rapina

ultimo aggiornamento: 31-08-2019


Violenza alle donne, in arresto 2 stalker violenti

Tromba d’aria nel pisano, tetti scoperchiati