Bidoni contenenti olii minerali, liquami e rifiuti di vario genere, autovetture, motocicli, trattori, rimorchi agricoli, due celle frigorifere industriali, per un totale complessivo di 250 tonnellate di rifiuti, nonché la presenza di tre manufatti edilizi privi di qualsiasi titolo autorizzativo.

Questo è quanto i Finanzieri della Sezione Operativa Navale di Marina di Carrara e della Tenenza di Aulla hanno rinvenuto e posto sotto sequestro in un’area di circa 1600 metri quadri in prossimità dell’argine del fiume Magra nel Comune di Aulla (MS).

I Finanzieri hanno accertato inoltre diversi sversamenti di liquami oleosi neri sul terreno, pericolosi per l’eventuale inquinamento delle falde acquifere prospicienti.

Al termine delle operazioni, l’intera area interessata è stata sottoposta a sequestro, in attesa dell’avvio delle procedure di bonifica e di messa in sicurezza, ed i responsabili sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria competente per i reati ambientali e per la violazione delle norme edilizie e paesaggistiche, inoltre è stata già avviata la caratterizzazione dei rifiuti sottoposti a sequestro al fine di quantificare la prevista ecotassa.

L’operazione della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Marina di Carrara rientra nella quotidiana azione di vigilanza lungo tutta la propria circoscrizione di competenza, nonché di prevenzione e repressione degli illeciti ambientali caratterizzati da profili di natura economico-finanziaria, in sinergia con i Reparti territoriali, a tutela degli imprenditori che operano nel rispetto delle norme sulla gestione e lo smaltimento dei rifiuti e dell’ambiente.

(Visitato 567 volte, 1 visite oggi)
TAG:
discarica abusiva marina di carrara roan

ultimo aggiornamento: 03-09-2019


Coltivano marijuana, denunciati due giovani fiorentini

Anziana uccisa nel suo letto, sarebbe stata picchiata a morte