Il sindaco di Massarosa Alberto Coluccini ha partecipato stamani ai festeggiamenti per il centenario della Salov, Societa Anonima Lucchese Olii e Vini. Una festa – con la vecchia proprietà e i nuovi soci della società di cui Massarosa ospita un importante sito produttivo – che si è tenuta nella Tenuta Agricola Traversagna a Vecchiano (PI), alla presenza anche dei sindaci di Vecchiano e Viareggio.

“E’ con vero piacere e orgoglio – ha sottolineato il primo cittadino Alberto Coluccini – che stamani sono qui a celebrare con voi il centenario di questa storica attività produttiva. La Salov è oggi, e da decenni, un punto di riferimento a livello mondiale per quanto riguarda la produzione di olio ad uso alimentare, ed è per noi massarosesi un onore sapere che da oltre 20 anni è il nostro territorio ad ospitare questa importante realtà. Già mio nonno – ha ricordato il sindaco – commercializzava l’olio Salov da Piano di Mommio nell’immediato dopoguerra. La storia di questa azienda nasce da lontano: parte il 14 ottobre 1919 da Lucca e dal 2004 regista un passaggio fondamentale nella sua storia: si trasferisce nella nuova sede di Massarosa. Un area produttivia all’avanguardia già 20 anni fa, che si stende su 330 metri quadri e che ne fa il più moderno e tecnologicamente avanzato stabilimento di produzione d’olio d’europa, e tra i primi al mondo”.

Il sindaco ha parlato degli aspetti produttivi e occupazionali della Salov, senza tralasciare la questione ambientale. “Mi piace sottolineare anche l’attenzione rispetto alle tematiche ambientali che Salov ha sempre dimostrato di avere a cuore. Questi insediamenti produttivi – ha detto Coluccini – si inseriscono infatti in un contesto delicato, a pochi metri dal Canale Burlamacca e a poche centinaia di metri dal Lago di Massaciuccoli e dalla nostre belle aree umide. Anno dopo anno sono stati implementati i sistemi per il monitoraggio ambientale. Salov, nella zona limitrofa all’impianto di raffinazione, ha impiantato un alveare. E la presenza di api, come gli esperti ci ripetono ormai da anni, sono ottimi indicatori biologici perchè segnalano il livello di inquinamento. Tra l’altro proprio il rispetto ambientale è la qualità che contraddistingue il marchio Filippo Berio che Salov lancerà a breve in Italia con un nuovo marchio. Per tutti questi motivi, e per molti altri, a nome mio e della comunità che rappresento, ribardisco l’orgoglio da parte del Comune di Massarosa di ospitare un’azienda, un marchio, una realtà produttiva di tale importanza”.

(Visitato 844 volte, 1 visite oggi)
TAG:
salov salov massarosa salov vecchiano salov viareggio Slider

ultimo aggiornamento: 13-09-2019


Rosi, Barsotti e Marchetti: “Dalla Regione 34mila euro a Massarosa grazie al contratto di lago”

Ferie donate dai colleghi per assistere al processo della strage di Viareggio