Continua l’intensa azione della Guardia Costiera di Marina di Carrara sul fronte della lotta alle cosiddette navi c.d. sub-standard.

Nel corso dell’attività di controllo una nave,  general cargo battente bandiera della Isole Comore, denominata “SOY” è stata ispezionata dal personale del Nucleo Port State Control della Capitaneria di Porto di Marina di Carrara. Il controllo ha evidenziato 14 (quattrodici) irregolarità, per le quali è stato disposto, a causa delle cattive condizioni di navigabilità, il fermo in porto con il provvedimento cd. di “detenzione” fino al completo ripristino delle mancanze riscontrate.

In particolare, sono stati evidenziati problemi inerenti ai sistemi attivi e passivi di prevenzione degli incendi a bordo, alle dotazioni di sicurezza di bordo e di navigazione, ed al livello di addestramento dell’equipaggio.

Al termine degli adeguamenti tecnici e dopo 5 giorni di sosta in porto la nave è stata autorizzata a salpare.

Tuttavia, avendo totalizzato un totale di 3 provvedimenti di fermo negli ultimi 36 mesi, il 18 settembre scorso, questa Capitaneria di Porto ha bandito la SOY da tutti i paesi aderenti al così detto Memorandum di Parigi.

La nave”SOY” si aggiunge alle altre 14 (quattordici) fermate negli ultimi cinque anni dalla Capitaneria di Porto di Marina di Carrara, che ha poi emesso ben 10 (dieci) provvedimenti di bando da tutti i porti della UE, per altrettante navi.

La Guardia Costiera di Marina di Carrara ricorda a tutti il proprio numero – 1530 – per qualsiasi emergenza in mare.

(Visitato 203 volte, 1 visite oggi)
TAG:
Capitaneria di Porto fermo marina di carrara nave

ultimo aggiornamento: 21-09-2019


Salvaguardia della Riserva naturale del Lago di Sibolla: iniziati gli interventi di tutela della biodiversità

Era abituale ritrovo di persone pregiudicate che si aggredivano tra loro , chiuso un locale