Giornata di Puliamo il Mondo nella Scuola di Pontestazzemese con lezioni frontali e pulizia delle strade - Comune Stazzema Versiliatoday.it

Giornata di Puliamo il Mondo nella Scuola di Pontestazzemese con lezioni frontali e pulizia delle strade

Anche Stazzema aderisce a Puliamo il Mondo l’iniziativa su scala mondiale, curata per l’Italia da Legambiente che ogni anno mira a sensibilizzare i giovani alle problematiche ambientali. Lo fa nel giorno dello sciopero globale del clima, che conclude la settimana globale per il clima iniziata il 21 settembre in tutto il mondo. Il Comune di Stazzema sostiene l’iniziativa dell’Istituto Comprensivo Martiri di Sant’Anna che ha organizzato un incontro nelle scuole sull’educazione ambientale che coinvolgerà le classi della Scuola Secondaria di Primo Grado di Pontestazzemese; quindi, si procederà alla pulizia della strada che da Pontestazzemese conduce alla frazione di Cardoso.
“Quest’anno”, commentano l’assessore all’Ambiente Alessio Tovani e quello all’Istruzione Margherita Minetti, “abbiamo pensato ben due appuntamenti: il primo di educazione all’interno della scuola con una lezione sui rischi che corre il nostro mondo e su come è possibile contribuire a mettere atto buone pratiche nel territorio. Dall’altra la tradizionale pulizia da parte dei ragazzi delle tre classi della Secondaria, di uno spazio pubblico.

Quest’anno sarà la volta del tratto di strada da Pontestazzemese a Cardoso con l’ausilio di personale che supporterà l’iniziativa. Ringraziamo la scuola e le associazioni che ci hanno dato una mano e consentito di essere parte di questo grande progetto mondiale. Vogliamo in questa giornata sensibilizzare i ragazzi sin dalla giovanissima età sulla necessità di una nuova cultura dell’ambiente e della sua preservazione, qua a Stazzema dove il contatto con la natura è quotidiano e diretto. Riteniamo molto importante la nostra adesione a questa giornata perché in tutto il mondo si sta sviluppando un movimento che nasce dai giovani e dai ragazzi sempre più preoccupati del mondo che lasceremo loro in eredità. I cambiamenti climatici, la distruzione di tanti ecosistemi ci dicono che bisogna intervenire subito e come istituzioni dobbiamo favorire scelte che vanno in questo senso”.

(Visitato 66 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 27-09-2019 11:45