"I miei retroscena", Giada Martelli racconta la sua vita: per dire no alla violenza sulle donne - Il piacere dei Libri Versiliatoday.it

“I miei retroscena”, Giada Martelli racconta la sua vita: per dire no alla violenza sulle donne

Un libro per raccontare la sua storia, mettendo a “nudo” la sua vita, per essere di aiuto agli altri. Soprattutto le donne. “I miei retroscena”, uscito lo scorso anno e presentato nelle migliori librerie toscane, da Feltrinelli a Mondadori, come a La Vela di Viareggio, è l’autobiografia di Giada Martelli, una giovane donna –  39 anni –  di origine italo tedesca, da tempo residente a Camaiore.
Come nasce l’idea di raccontarsi?
“Un giorno ho deciso di mettere la mia vita nero su bianco mettendo in rilievo le parti più drammatiche, esperienze purtroppo comuni come la violenza sulle donne.  fisica e psicologica. Nasce così ‘I miei retroscena’. Forse dalla voglia di gridare al mondo intero il mio disdegno verso gli uomini che picchiano le donne, forse anche dalla voglia di sfogare le mie emozioni più nascoste e sofferte, come una sorta di diario segreto. Ho gridato in silenzio troppo a lungo,e per troppo tempo ho tenuto dentro il dolore che può affliggere un amore malato,un uomo del quale ti fidi,un rapporto che dovrebbe regalare gioia e amore,e non dolore. Forse è proprio questo che mi ha spinta in questo progetto letterario, forse il coraggio di raccontare, che finalmente ho trovato,forse la voglia di gridare la mia amarezza affinchè altre donne come me sappiano che non è colpa nostra, che non dobbiamo subire tutto questo,e quello che desidero con tutta me stessa è diffondere il mio NO alla violenza sulle donne”.

Una storia vera, dunque, vissuta, scritta con coraggio…

“Ho messo il cuore nelle mani di chi legge,con un riscontro a dir poco positivo, eliminando la paura dell’opinione pubblica che poteva scatenare un genere così particolare e complesso. La violenza fisica verso mia madre da parte di mio padre,presente già alla mia nascita, fa si che io cresca in un contesto terribile dal quale esco all’età di 6 anni portandomi dietro per tutta la vita i ricordi più brutti della mia infanzia. Poi dopo,la partenza di mia madre per l’estero,dove é andata a lavorare con il marito, ha segnato la mia vita. 18 anni appena compiuti ed una scelta lavorativa discutibile per molte persone,ma che mi ha permesso di sopravvivere”.
Ma nonostante tutto, il passato non ha influito sul presente e il libro sta avendo un enorme successo
“Hp avuto una serie di relazioni distruttive fino ad arrivare al sogno di tutte le donne, il vero Amore.
Quando ho proposto l’argomento alla trasmissione televisiva ‘Avanti un altro’ sono rimasta piacevolmente sorpresa del loro interesse, che mi ha portata per la prima volta a parlare della mia autobiografia in un programma televisivo seguito e amato dal pubblico dove mi sono anche molto divertita arrivando in finale con un montepremi di 250.000 euro. Nella mia autobiografia affronto diversi temi,e il tema principale ovviamente la violenza sulle donne.
Da vittima di violenza domestica fisica e psicologica dico  RIBELLIAMOCI e DENUNCIAMO!!! Un problema sociale che purtroppo mi ha vista protagonista in una relazione ‘malata’ e ‘pericolosa’, un problema sociale che non riusciremo mai a debellare se abbiamo paura,se omettiamo per vergogna,se continuiamo a giustificare tali comportamenti nei confronti di noi Donne e a sminuirli addossandoci la colpa di reazioni violente di qualsiasi tipologia. Ma affronto anche altri temi importanti come l’amore,in un mondo dove trovare un sentimento genuino e puro è diventato ormai molto difficile,e per mia fortuna,dopo tanti anni di delusioni e sofferenze,è arrivato il tanto atteso e sospirato amore con la A maiuscola.
Vorrei aggiungere una citazione del mio romanzo per concludere questa breve presentazione de ‘I miei retroscena’.
“L’amore esiste,arriva per tutti,bisogna solo avere fede…
E a tutte quelle Donne che ancora oggi subiscono violenza fisiche e psicologiche,vorrei dire di reagire e di non adattarsi e rassegnarsi a tali ingiustizie.
L’amore non è violenza,l’amore è rispetto e sentimento, un sentimento che porta ad essere felici.”
Foto di S.L.Photo
(Visitato 255 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 29-09-2019 13:30