Perdersi nei boschi, i consigli dei vigili del fuoco - Cronaca Toscana Versiliatoday.it

Perdersi nei boschi, i consigli dei vigili del fuoco

I Vigili del Fuoco intervengono sempre più spesso in caso di persone disperse come ad esempio  cercatori di funghi, escursionisti, sportivi che si infortunano, soprattutto nei boschi dell’appennino pistoiese;  in questo tipo di interventi vengono coinvolti oltre ai Vigili del Fuoco anche 118, Carabinieri, Questura, Guardia di Finanza, Soccorso Alpino e Volontari Civili, con impegno e impiego di automezzi e velivoli sempre maggiore.                                                                I I soccorritori hanno riscontrato un forte aumento di interventi di ricerche di persone disorientate in aree boscate che talvolta, se non preparate in modo adeguato o senza la giusta dotazione, mettono a rischio anche la propria vita-

Questi alcuni pratici consigli che, in caso di semplice disorientamento o di infortunio in aree boscate, possono risultare di vitale importanza :

  • Abbigliamento: Le scape devono essere del tipo da trecking, pantaloni lunghi in ogni stagione, dotarsi di maglie con sufficiente protezione alle basse temperature  che si possono raggiungere di notte anche se di giorno fa caldo, giubbotti impermeabili , un paio di guanti, ed un cappellino di lana, ovviamente uno zaino.
  • Cibo : Barrette di cioccolata , cibo confezionato dolce e salato almeno una bottiglia di acqua da 1,5 litri.
  • Eventuali attrezzature : Torcia elettrica, piccolo cordino, coltellino, accendino, lapis e taccuino.
  • Meteo : informarsi sulle condizioni meteo, assicurarsi che non vi siano allerte meteo o semplice pioggia in atto o anche prevista, di non avventurarsi da soli o in precarie condizioni fisiche o di salute, non accompagnare bambini o persone con difficoltà motorie   in percorsi impervi o non raggiungibili con autovetture.

Comunicazione :   Per prima cosa dobbiamo partire con la batteria del telefono al 100% di carica,  particolare attenzione va rivolta ai  telefoni  smartphone  che  possono essere localizzati con precisione se viene attivata la  POSIZIONE  DEL PROPRIO  TELEFONO, in caso di bisogno è possibile inviarla tramite le applicazioni social più comuni  (Whatsapp o Telegram per esempio).

Chiamando uno dei numeri di soccorso 112; 113; 115; 118; (in attesa del numero unico di soccorso) un operatore vi risponderà per aiutarvi a comunicare la vostra posizione, se siete in possesso di uno smartphone, con poche semplici operazioni che permetteranno di localizzarvi con buona precisione e quindi di farvi raggiungere in breve tempo dalle squadre di soccorso.

(Visitato 210 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 22-10-2019 9:31