Poco dopo mezzanotte gli Agenti della Polizia Ferroviaria di Civitavecchia hanno tratto  in arresto nella stazione di Pisa, un cittadino nigeriano di 21 anni che a bordo del treno Torino-Salerno si è reso responsabile dei reati di violenza, minaccia, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale. Il capotreno, dopo aver constatato che lo straniero stava viaggiando con un biglietto diverso da quello utile per la corsa del treno, ha richiesto l’intervento degli Agenti della Polizia Ferroviaria di Civitavecchia presenti sul convoglio in servizio di scorta. Intervenuti per identificarlo, lo stesso, all’invito di esibire un valido documento di riconoscimento, opponeva un netto rifiuto e riferiva di essere privo sia del  passaporto che del permesso di soggiorno. Inoltre lo straniero si rifiutava di munirsi del previsto titolo di viaggio o di scendere dal treno una volta giunti nella Stazione di Pisa Centrale, cominciando ad insultare i poliziotti ed il capotreno e scagliandosi contro di loro. Nella colluttazione, sia due degli agenti, sia il capotreno hanno riportato lievi lesioni. Giunti a Pisa, con l’ausilio fornito dalla locale Sezione Polfer, è stato possibile bloccare e riportare alla calma l’individuo, che, terminati gli accertamenti di rito, è stato tratto in arresto.

(Visitato 212 volte, 1 visite oggi)
TAG:
arresto colluttazione pisa treno

ultimo aggiornamento: 24-10-2019


Auto contro ambulanza, tre feriti

Si barrica in casa armato, si arrende dopo lunga trattativa