Gaia a scuola al Marco Polo a Viareggio - Cronaca Viareggio Versiliatoday.it

Gaia a scuola al Marco Polo a Viareggio

Ancora una scuola coinvolta il progetto didattico di GAIA S.p.A. “Alla scoperta dell’acqua”: stamani l’assessore di Viareggio con delega alla scuola, Sandra Mei, insieme al membro del Consiglio di Amministrazione di GAIA, Simone Tartarini, hanno portato il saluto delle istituzioni e del Gestore idrico a circa 200 bambini della Scuola Primaria Marco Polo Viani di Viareggio, riuniti per l’occasione nell’atrio della scuola.

Ad aver aderito quest’anno al progetto di GAIA, che prevede sia lezioni in aula sul ciclo dell’acqua, sia visite agli impianti, sono davvero tante: più di 100 su 45 comuni gestiti, per un totale di circa 10.000 bambini delle scuole elementari, ansiosi di conoscere tutto sull’acqua.

Ha dichiarato l’assessore Sandra Mei: “Parlare ai bambini dei temi ambientali è doveroso: verso di loro abbiamo una grandissima responsabilità sul presente ma soprattutto legata al futuro. A rispettare l’ambiente si insegna ma soprattutto si impara: a qualsiasi età. I bimbi di oggi saranno gli adulti di domani, ci auguriamo maggiormente consapevoli dell’inestimabile valore dell’acqua. Bene quindi questo progetto di Gaia che ringrazio, e invito genitori e insegnanti a sostenere l’uso delle borracce: una buona pratica in più e passo in avanti verso un mondo più pulito.”

Ha dichiarato Simone Tartarini : “GAIA è impegnata su più fronti con progetti volti all’ecosostenibilità. Alla scoperta dell’acqua è un progetto importante per la nostra Società che mira ad impartire ai bambini semplici regole per il giusto utilizzo della risorsa idrica in un linguaggio a loro consono. A breve consegneremo anche le nuove borracce in alluminio aderendo al progetto plastic free, seguendo la direttiva europea che mira al minor utilizzo del materiale plastico causa di inquinamento dei corsi d’acqua e del mare.”

Le lezioni di oggi sono state tenute da Alfredo Brunini (Responsabile degli impianti acquedotto di tutta la Versilia) ed hanno avuto come oggetto anche gli accorgimenti da tenere presenti per preservare la risorsa idrica, che in natura non è inesauribile. Le classi che hanno aderito al progetto hanno dimostrato molta attenzione ed interesse e fatto decine di domande, su i più disparati argomenti. Al termine della lezione a ciascun bambino è stato consegnato il libro “Acqua in mente”.

 

Acqua in mente, il libro consegnato oggi-  Il libro è composto da 47 pagine nelle quali è narrata la storia di come l’uomo ha usato, modificato e prelevato l’acqua dalla preistoria a oggi, con curiosità, esperimenti, leggende, tradizione e piccole spiegazioni sulle proprietà dell’acqua. Il tutto rallegrato da colorate illustrazioni fatte a mano, e pensate apposta per incuriosire i ragazzi e guidarli in un percorso didattico di sicura utilità.  La gocciolina “Accadueo” , mascotte di questo libro, è presente in ogni attività proposta. Ad ogni libro è allegato il “Gioco dell’acqua”, che sullo stile del più noto “Gioco dell’Oca”,  attraverso il lancio dei dadi e la conquista delle caselle del percorso stimolano l’apprendimento dei bambini ponendo loro delle domande sui contenuti del libro.

(Visitato 215 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 13-11-2019 17:23