Studentessa sente strani rumori, si chiude in bagno e chiama la Polizia: fermate due nomadi con attrezzi di scasso - Cronaca Toscana Versiliatoday.it

Studentessa sente strani rumori, si chiude in bagno e chiama la Polizia: fermate due nomadi con attrezzi di scasso

Continuano con rinnovato successo i servizi straordinari di controllo del territorio disposti in sede di Comitato Provinciale Ordine e sicurezza pubblica e organizzati dalla Questura di Pisa.

Le Volanti della Questura di Pisa, sono infatti intervenute nel pomeriggio di ieri in Via Campania a seguito di una richiesta di intervento da parte di una studentessa che informava la Sala Operativa della Questura di essersi rinchiusa nel bagno in quanto aveva udito la presenza di persone estranee che avendo forzato la porta d’ingresso ci accingevano ad entrare nell’abitazione in cui dimorava.

L’immediato intervento delle pattuglie, che erano nei pressi, frutto di un capillare presidio del territorio, permetteva agli operatori di bloccare sulle scale del condominio e in procinto di fuggire, due giovani nomadi che portavano indosso oltre agli oggetti utilizzati per scassinare le porte, anche alcuni monili, risultati essere stati poco prima sottratti dall’abitazione da cui era partita la richiesta di soccorso.

L’accurata perquisizione, permetteva di rinvenire anche la presenza di oggetti che erano stati denunciati in quanto asportati da un’abitazione sulla quale poco prima una Volante della Questura aveva svolto il relativo sopralluogo.

Indosso alle due nomadi venivano altresì rinvenute due viti riconosciute come parti mancanti di una serratura di una abitazione che era stata anch’essa poco prima visitata.

Le due fermate, sottoposte al foto-segnalamento, venivano identificate. Una delle due era minorenne, ed entrambe dimoranti presso un campo nomadi nel torinese.

A fronte dei controlli incrociati effettuati dalla polizia scientifica sulle impronte digitali, risultava pendente, nei confronti della giovane maggiorenne un provvedimento di carcerazione emesso dal Tribunale di Milano per l’espiazione di una pena di mesi 10.

Al termine delle attività, la maggiorenne veniva tratta in arresto e condotta presso la Casa Circondariale di Firenze mentre l’altra, per l’accertata minore età, veniva accompagnata presso il centro di prima accoglienza per i minori.

Le donne sono sospettate di altri furti in abitazione che hanno colpito proprio ieri i quartieri cittadini.

(Visitato 5.398 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 13-11-2019 11:56