Tragedia sull'Aurelia tra Torre del Lago e Viareggio, il gip revoca i domiciliari: disposto l'obbligo di firma - Cronaca Viareggio Versiliatoday.it

Tragedia sull’Aurelia tra Torre del Lago e Viareggio, il gip revoca i domiciliari: disposto l’obbligo di firma

Revocati gli arresti domiciliari: il gip Antonia Aracri, su richiesta del legale difensore, avvocato Fabrizio Miracolo,  ha disposto per Andrea Moriconi la misura dell’obbligo di presentazione  trisettimanale alla Pg da eseguirsi persso i Carabinieri di Migliarino Pisano, responsabile dell’omicidio stradale di Marco Perazzino.
La tragedia avvenne a settembre, durante la notte, sulla variante Aurelia tra Torre del Lago e Viareggio in prossimità del Cotone: il centauro, del 70, perse la vita. Il motociclista 49enne, Marco Perazzino, residente nella frazione pucciniana, era in sella alla sua moto quando finì contro al guard – rail, rimanendo dilaniato sotto le lamiere. Vani i soccorsi intervenuti sul posto a sirene spiegate. Il tratto della variante era rimasto bloccato al traffico, le vetture in coda erano state fatte defluire in retromarcia. La vittima aveva lasciato la moglie e due bimbi. L’auto, un’utilitaria, secondo la ricostruzione della polizia municipale intervenuta per i rilievi, avrebbe urtato da dietro la moto sbalzando dalla sella il conducente che era finito contro il guard rail. Alla guida dell’auto Andrea Moriconi, classe 1996, residente nel pisano, che portato all’ospedale Versilia era stato trovato positivo sia all’alcol che agli stupefacenti. Entrambi i mezzi erano stati sequestrati: il conducente dell’auto era stato arrestato e messo ai domiciliari.

(Visitato 2.534 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 12-12-2019 8:29