Minaccia con un coltello la nonna e la zia e le rapina, arrestato - Cronaca Massarosa, Top news Versiliatoday.it

Minaccia con un coltello la nonna e la zia e le rapina, arrestato

Minaccia con un coltello la nonna e la zia e le rapina, arrestato.

Questa mattina i Carabinieri della Stazione di Massarosa, a conclusione di specifica attività d’indagine, hanno arrestato Giannini Ion, classe ’98, già noto alle forze di polizia, di origini moldave, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere emessa dal G.i.p. del Tribunale di Lucca su richiesta del Pubblico Ministero titolare dell’indagine che ha condiviso a pieno gli elementi investigativi raccolti dai militari dell’Arma.
Lo straniero infatti, lo scorso 31 dicembre, si è presentato alle prime luci dell’alba presso l’abitazione della nonna e della zia, bussando con insistenza alla porta e sostenendo di non sentirsi bene e di necessitare di assistenza.
Una volta guadagnato l’ingresso nell’abitazione, il soggetto ha estratto un coltello a serramanico e, rivolgendolo alla nonna ed alla zia minacciandole di morte, si faceva consegnare da queste il portafogli con 270 euro e le chiavi dell’autovettura e si dileguava intimando di non dire niente a nessuno altrimenti sarebbe stato peggio.
Subito dopo, i Carabinieri, intervenuti sul posto, hanno rinvenuto il coltello a serramanico utilizzato per la rapina dal soggetto ed hanno raccolto ulteriori elementi probatori a suo carico. Tra questi anche il ritrovamento, poco distante dal luogo della rapina, del portafogli di una delle vittime con dentro una carta Postepay per il reddito di cittadinanza intestata al malvivente.
Stamattina quindi i Carabinieri hanno rintracciato il soggetto e, in esecuzione dell’ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Lucca, lo hanno tradotto presso la Casa Circondariale lucchese.

(Visitato 2.773 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 14-01-2020 13:24