Accerchiato e rapinato da 5 uomini in piazza Viani, la Polizia individua tre nordafricani - Cronaca Viareggio, Top news Versiliatoday.it

Accerchiato e rapinato da 5 uomini in piazza Viani, la Polizia individua tre nordafricani

La notte tra sabato e domenica  un cittadino di origini brasiliane è stato vittima di una rapina da parte di cinque uomini nei pressi di piazza Viani a Viareggio.

L’uomo, dopo aver terminato il proprio turno di lavoro presso un ristorante della darsena viareggina intorno l’una di notte, si accingeva a tornare a casa in sella alla propria bicicletta; giunto nei pressi di piazza Viani veniva improvvisamente fermato ed accerchiato da cinque giovani uomini di origini nordafricane.

Questi, dapprima lo colpivano al volto con un pugno facendolo cadere a terra, dopo lo minacciavano e si facevano consegnare il denaro in contanti, la carta di credito e il telefono cellulare, per poi darsi velocemente alla fuga.

L’uomo, sotto shock e intimorito da eventuali ripercussioni, nell’immediatezza non allertava le forze dell’ordine; tuttavia, pochi giorni dopo riusciva a trovare il coraggio e si presentava in Commissariato per denunciare tutto ai poliziotti.

Immediatamente venivano avviate le indagini da parte degli investigatori del Commissariato che, sulla base delle descrizioni fisiche dei malviventi fornite dalla vittima, tempestivamente riuscivano ad individuare tre dei componenti della banda: due tunisini e un italiano di origini tunisina, tutti giovanissimi ma già gravati da numerosi precedenti penali e di polizia per reati contro il patrimonio ed inerenti gli stupefacenti.

I tre uomini sono stati rintracciati nella mattina di ieri e condotti negli Uffici del Commissariato ove, dopo essere stati sottoposti a rilievi fotografici, sono stati riconosciuti con assoluta certezza dalla vittima quali gli autori della rapina.

I tre sono stati, pertanto, denunciati alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di rapina aggravata in concorso.

Da accertamenti condotti dall’Ufficio Immigrazione, inoltre, è emerso che i due tunisini erano clandestini e per tale motivo sono state avviate le procedure per la loro espulsione dal territorio nazionale: in particolare, il più anziano, A. A. classe 1998, nella giornata di ieri è stato accompagnato presso il CPR di Brindisi in attesa di essere espulso; mentre l’altro, A. A. classe 2000, è stato munito di ordine del Questore di Lucca a lasciare il territorio nazionale entro sette giorni.

Quanto, infine, all’italiano, A. I. classe 1997, questo è stato altresì denunciato per il reato di contravvenzione al foglio di via obbligatorio di cui era già gravato.

Sono in corso ulteriori indagini al fine di identificare gli altri componenti della banda.

(Visitato 2.970 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 23-01-2020 17:34