Cane col Coronavirus ad Hong Kong, il noto veterinario Alessandro Bianchi lo esclude: "Il Covid-19 ad oggi colpisce solo l'uomo" - Animali, Top news Versiliatoday.it

Cane col Coronavirus ad Hong Kong, il noto veterinario Alessandro Bianchi lo esclude: “Il Covid-19 ad oggi colpisce solo l’uomo”

Il caso del cane, un volpino – primo al mondo – affetto da Coronavirus ha creato allarme tra chi possiede un 4 zampe. Sulla vicenda, riportata dalla stampa mondiale, si legge che il peloso è ricoverato in quarantena dalla fine di febbraio dopo essere risultato positivo al test. Le autorità sanitarie di Hong Kong parlano di un “probabile caso di trasmissione del Covid-19 da essere umano a cane” Ma esiste davvero un effettivo rischio di contagio anche alla luce del fatto di Hong Kong segnalato nelle cronache? Versilia Today ha posto la domanda al noto medico veterinario dottor Alessandro Bianchi, titolare della Clinica Veterinaria  S.Jacopo ad Altopascio, in provincia di Lucca: “I coronavirus sono virus altamente specie-specifici come tutti i virus. In parole povere ogni specie ha il suo e in specie diverse i virus non hanno i siti recettoriali per replicarsi. Il Covid-19 è il virus umano e ad oggi colpisce solo l’uomo. Cosi’ come il coronavirus del cane, già conosciuto e isolato da decenni colpisce solo il cane dando gastroenterite neonatale o quello del gatto che determina la cosiddetta peritonite infettiva felina. Quindi ogni specie ha il suo coronavirus che dà malattie diverse”. “Il caso di cui oggi parlano allarmisticamente le cronache – prosegue il dottor Bianchi – al di là della distanza dalle nostre latitudini, che oggi conta relativamente, deve essere suffragato e si tratterebbe di presenza di virus nel cane (un volpino di Pomerania) di proprietari infettati e quindi solo presente nel cane in maniera asintomatica perchè presente sulla mucosa nasale del cane in questione.  Ad oggi dunque non ci sono evidenze scientifiche in merito e le bufale sia l’OMS che il sito del Ministero della salute lo specificano chiaramente. In tutto questo va menzionata una nota di merito sul fatto che in via precauzionale a Hong Kong e nelle regioni della Cina continentale sono già state emanate ordinanze di divieto del consumo di carne di cane. Non tutte le bufale dunque vengon per nuocere…”

(Visitato 1.881 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 05-03-2020 17:59