La protesta ai tempi del coronavirus assume aspetti imprevvisti. Le donne non si fermano e cercano altri modi di far sentire la loro voce. Nella giornata dell’8 marzo,giornata di mobilitazione femminista e transfemminista globale,Non una di meno Viareggio, dopo aver rinunciato al flash mob previsto,per rispetto della salute di tutti ,solleva comunque l’attenzione sulle battaglie che porta avanti quotidianamente.
“Alziamo il nostro grido in difesa del diritto all’aborto e ora piu che mai,ad un pieno diritto alla salute.
Contro la violenza e il razzismo dei decreti Salvini.
Contro lo stupro dei nostri territori. Gridiamo la nostra solidarietà a tutte le lavoratrici in lotta o costrette a turni massacranti e mal retribuiti,in sostegno al diritto all’abitare.
Non ci fermiamo nonostante la difficoltà del momento e l’impossibilità di riunirci come avremmo voluto.Rimaniamo unite e solidali.
L’8 oggi,l’8 tutto l’anno!”

(Visitato 509 volte, 1 visite oggi)
TAG:
8 marzo

ultimo aggiornamento: 08-03-2020


Coronavirus, tra i 23 casi nuovi positivi anche un 76enne di Viareggio ricoverato in rianimazione al Versilia

Coronavirus e annullamento dei mercati, Confesercenti critica le ordinanze