Due rate di suolo pubblico gratis, rinvio della Tari, diminuzione dell’aliquota Irpef, sospensione della retta dei nidi. E il pagamento di tutti gli altri tributi comunali rimandato al 30 settembre. Questo è il pacchetto di provvedimenti varato questa mattina dalla Giunta Del Ghingaro a sostegno dell’economia e dei cittadini di Viareggio.
«Abbiamo affinato l’atto già stabilito la settimana scorsa, ampliandolo e definendo meglio i vari provvedimenti» commenta il sindaco Giorgio Del Ghingaro.
Nel dettaglio:
La Tari. Per tutte le categorie c’è il rinvio del pagamento della prima rata della Tari dal 16 giugno al 16 ottobre con conseguente spostamento delle due rate successive rispettivamente al 30 novembre 2020 e al 31 dicembre 2020.
IRPEF. L’aliquota Irpef viene diminuita di 0,50 per tutti i cittadini.
COSAP. Per tutte le attività commerciali fisse, che utilizzano il suolo pubblico, vengono date per pagate la seconda e la terza rata in scadenza rispettivamente il 30 aprile e il 31 luglio prossimo. Per i titolari di licenza ambulante, l’abbuono è per la seconda rata.
«Non posticipo ma abbuono – sottolinea il primo cittadino –: per tutti quanti abbiano un’attività a Viareggio, sia fissa o ambulante, residenti o meno».
NIDI. Sospensione, con decorrenza dal 1 marzo 2020, del pagamento delle rette sino alla ripresa. Le domande di rimborso, per chi ha già pagato, vanno presentate ad iCare.
A questo si aggiunga il rinvio al 30 settembre 2020 dei versamenti di tributi le cui scadenze siano fissate da regolamenti comunali, canoni di occupazione suolo pubblico, canoni per servizi a domanda individuale.
«Una serie di interventi importanti, che comportano un impegno non da poco – aggiunge il primo cittadino -. Abbiamo valutato bene ogni provvedimento, per ottenere il giusto equilibrio che permetta di aiutare il territorio stando attenti a non mettere a repentaglio la tenuta del bilancio comunale».
«Dobbiamo tener conto delle esigenze di tutti – continua – di un territorio che rischia la sofferenza ma anche del bilancio comunale recentemente risanato. Siamo pronti a lavorare insieme per trovare le forme adeguate che possano dare respiro agli imprenditori e sostenere le attività che inevitabilmente subiranno conseguenze da questa situazione. Ma vogliamo essere certi di poter gestire l’emergenza nella certezza dei conti in ordine».
«Abbiamo fortunatamente un bilancio positivo e in grado di sostenere questa riduzioni di introiti – conclude Del Ghingaro -. Un primo pacchetto di misure che si affiancherà a quelle che inevitabilmente dovranno essere messe in atto dal governo nazionale che dovrà intervenire a sostegno delle famiglie e delle imprese».

“I provvedimenti annunciati dal Sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro, dimostrano una volta di più che la cura di tutto è alzare le chiappe e fare. È così semplice. Tutti gli amministratori hanno delle idee, ma sono pochi quelli che decidono di attuare la buona politica nell’interesse dei cittadini”, scrive Viareggio Democratica:” Non domani. Non la prossima settimana. Ma oggi. Il vero primo cittadino, il Sindaco, è un uomo d’azione ormai è chiaro, che sa unire forza ed intelletto per il bene della comunità. Il proverbio dice che “L’unione fa la forza”, allora, forse, in questo terribile momento è giusto affrontare tutti, insieme a lui, questa tragedia e non arrendersi mai, perché quando si pensa che sia tutto finito, è il momento in cui tutto ha inizio. Grazie Sindaco, un grande abbraccio virtuale. Fabrizio e tantissimi altri”

(Visitato 6.511 volte, 1 visite oggi)
TAG:
coronavirus giorgio del ghingaro pagamenti tasse viareggio

ultimo aggiornamento: 27-03-2020


Polizia in campo a Viareggio per “arrestare” un criminale mai affrontato, il Coronavirus

Coronavirus e controlli a Viareggio: c’è chi porta il cane a passeggio a 5 km da casa, chi va a fare la spesa in comitiva e continua a fare jogging in pineta