Gli uomini della Polizia di Stato di Viareggio continuano, con crescente impegno, l’attività di prevenzione relativa al rispetto delle misure previste mirate al contenimento del covid 19
I dati aggiornati delle ultime 48 ore, a seguito di pattuglie del Commissariato e del reparto prevenzione Crimine della polizia di Stato, consistono in 150 persone controllate e ben 10 sanzioni effettuate in pregiudizio di persone convinte di poter ingannare gli “esposti” operatori delle forze di polizia e , purtroppo, lontani dalla consapevolezza che , laddove ci riescano, ingannano e mettono in serio pericolo se stessi.
Infatti, per queste 10 persone è scattata la sanzione amministrativa prevista dall’art. 4 del decreto legge n.19 del 25 marzo 2020.
Anche in queste ultime ore la classifica dei “ furbi”, quindi aumenta ,con motivazioni banali e grossolane:
3 persone nella stessa auto per andare a fare un giro;
una coppia a circa 6 km dalla propria abitazione per prendere un po’ d’aria;
altri in auto in via Aurelia, in giro “sperando” di non essere fermati;
una donna, venuta da Roma , che cercava locandine “per trovare casa”;
una coppia venuta da Massa “a fare la spesa”;
una cittadina pisana in giro a Viareggio, alla quale è stata contestata una contravvenzione raddoppiata, in quanto già contravvenzionata a Pisa per il decreto “covid”.
I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni e in modo sempre più serrato.
Si ricorda, tuttavia, che stare a casa in questo momento, oltre a rappresentare l’unica vera forma di tutela per la salute individuale, consentirebbe agli operatori delle forze dell’ordine, troppo spesso impegnati nelle contestazioni ai danni di cittadini irresponsabili, di occuparsi a pieno regime della tutela della salute collettiva, prestando soccorso pubblico a quanti versano in reali situazioni di difficoltà
(Visitato 3.994 volte, 1 visite oggi)
TAG:
controlli coronavirus polizia Slider viareggio

ultimo aggiornamento: 08-04-2020


Amore e sesso ai tempi del Coronavirus

Mascherine in consegna a Viareggio, il sindaco risponde alle polemiche sui social: “Ma un pò di pazienza no? E magari anche un grazie!”