Ancora controlli e sanzioni da parte del personale del Commissariato di Viareggio, sempre più impegnato per garantire il rispetto delle norme di contenimento legate all’emergenza coronavirus.
I controlli, effettuati anche con pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Firenze, sono stati ulteriormente intensificati in questi giorni e su tutto il territorio di competenza: Viareggio, Torre del Lago, Camaiore, Lido di Camaiore, Massarosa, nonché tutte le limitrofe zone marine e di campagna.
Nel dettaglio, nelle sole giornate di giovedì e venerdì scorso sono state controllate oltre 100 persone e irrogate 25 sanzioni a soggetti trovati lontano dalla propria abitazione senza giustificati motivi e adducendo le motivazioni più fantasiose: a spasso con il cane in pineta; in tre a bordo della medesima autovettura o in due a bordo del medesimo scooter “solo per fare un giro”; acquisto di beni non di prima necessità; corsetta molto lontano da casa.
Tra i sanzionati c’è anche un uomo italiano e residente a Camaiore, il quale durante il controllo ha dichiarato di essere in attesa della moglie che si era recata in farmacia; tuttavia, a seguito di accertamenti è emerso che l’uomo non era coniugato e, per tali motivi è stato sanzionato.
Si ricorda, infatti, che quanto dichiarato nelle autodichiarazioni consegnate alle forze dell’ordine è oggetto di successiva verifica e, qualora dovesse emergere la falsità delle dichiarazioni, si provvederà alla tempestiva irrogazione della sanzione amministrativa pecuniaria.
(Visitato 1.145 volte, 1 visite oggi)

Covid 19, prorogate le restrizioni fino al 3 maggio: ecco il testo del nuovo decreto

Pasqua blindata anche in mare, a Viareggio controlli della Capitaneria di Porto: un elicottero sorvolerà la costa