Gli uomini della Polizia di stato di Viareggio, negli ultimi due giorni , Pasqua e Pasquetta, hanno controllato più di 100 persone, fermando sia automezzi che persone appiedate, raccogliendo le relative autodichiarazioni secondo quanto previsto dall’art. 1 del DPCM del 9 marzo 2020.

Gli accertamenti effettuati hanno consentito di verificare ed accertare la violazione delle norme contenute nel suddetto decreto da parte di 10 persone, in quanto non rientranti in nessuna delle ipotesi di spostamento autorizzate.

I luoghi ove sono avvenuti i controlli sono stati i tratti costieri e quelli ove storicamente la gente si riversa nelle giornate festive, col favore di un favorevole clima.

Le sanzioni effettuate riguardano :

due donne, provenienti da La Spezia e da Carrara, trovate in pineta di Ponente alla ricerca di sostanze stupefacenti;

un uomo che , alle 9,00 del giorno di Pasqua , praticava jogging in Passeggiata ;

altre persone, chi con il cane, chi a consumare in solitudine un improbabile pic nic su una panchina all’interno di parchi pubblici;

automobilisti in giro per “combattere la noia “.

L’episodio più movimentato è avvenuto a Lido di Camaiore, dove veniva sanzionato un corridore solitario sul lungomare , il quale si trovava a circa 5 km dalla propria abitazione;

Dopo la contestazione gli uomini del Commissariato riprendevano il servizio di controllo del territorio, ma notavano, sul bagnasciuga della vicina spiaggia, 3 donne residenti a Lido di Camaiore, intente a godersi un’insolita tintarella; allorchè gli operatori si avvicinavano invitandole a rientrare nella propria abitazione e ad esibire i documenti, due di esse in principio si rifiutavano di mostrare i documenti e, successivamente, inveivano contro i poliziotti, con epiteti sicuramente poco “ pasquali”, tanto da essere denunciate per oltraggio a pubblico ufficiale, oltre ad essere contravvenzionate per la normativa Covid.

Ogni strada del territorio di Viareggio, Camaiore e Massarosa sono state presidiate, e i servizi di rispetto della normativa sono sempre più alti in considerazione della stagione primaverile; resta costante l’amara considerazione che la gente non sempre colloca i servizi di controllo di polizia in un’attività di tutela della salute delle persone, ma in una contrapposizione punitiva che tale non è.

(Visitato 4.683 volte, 1 visite oggi)
TAG:
controlli coronavirus pasqua pasquetta polizia Slider viareggio

ultimo aggiornamento: 14-04-2020


Viareggio al voto nel 2021. Scaduti i termini per convocare le elezioni 2020

Coronavirus, utilizzo del plasma iperimmune di pazienti guariti: arruolati i primi negativizzati