Il Sindaco di Stazzema, Maurizio Verona, fa il punto della situazione a seguito del nuovo DPCM del governo che amplia alcune possibilità di spostamento e definisce una prima ipotesi di riapertura delle attività.

TENERE ALTA L’ATTENZIONE IN VISTA DELLE RIAPERTURE PROGRAMMATE: “Con il nuovo DPCM del Governo”, commenta il Sindaco Maurizio Verona, “possiamo avere qualche nuova libertà come quella di far visita ai familiari, tornare nei propri luoghi di residenza o domicilio anche fuori regione o qualche nuova possibilità per il tempo libero e lo sport. Per le attività economiche viene tracciata una ipotesi di percorso verso la normalità. Adesso però tutto dipende da noi e dai nostri comportamenti ed occorre quindi, tenere alta la tensione e l’attenzione. Ci sono attività che potranno riprendere il 4 maggio, alcune il 18 maggio, altre dovranno attendere il 1° giugno a seconda del grado di rischio di venire a contatto con altre persone. Queste ripartenze scaglionate consentiranno di verificare settimanalmente se la situazione procede, come auspichiamo, verso un miglioramento. Se ciò non accade, andremo inevitabilmente verso nuove misure restrittive.

SITUAZIONE SANITARIA. “Assistiamo con soddisfazione”, continua il Sindaco Maurizio Verona, “alla verifica sui tamponi di alcuni concittadini che hanno dato esito negativo e quindi, vi è un percorso verso la guarigione: i nuovi guariti a questa mattina sono tre e si arriva ad otto per quanto attiene il nostro Comune”.

L’APPELLO DEL SINDACO: “Ora come mai precedentemente, tutto dipende da noi e dai nostri comportamenti: se dall’analisi dei dati che le Regioni forniranno nelle prossime ore e settimane al Governo vi sarà un progressivo miglioramento dei dati, allora quelle scadenze che ci possono apparire lontane potrebbero essere anche anticipate. Altrimenti, dovremo fare i conti con queste limitazioni o con nuove limitazioni per un periodo più lungo. Non dobbiamo credere che il 4 maggio tutto ritorni alla normalità: dovremo saperci conquistare con i nostri comportamenti responsabili la nostra libertà, adottando tutte quelle misure che consentano il distanziamento sociale ed il contenimento e il progressivo superamento del contagio. Faccio di nuovo appello ai cittadini perché siano protagonisti di questa nuova fase che è stata definita di “convivenza con il virus”. Ci sono segnali che ci danno speranza, ma bisognerà saper stare alle regole”.

(Visitato 183 volte, 1 visite oggi)
TAG:
fase 2 sindaco maurizio verona Stazzema

ultimo aggiornamento: 29-04-2020


Emergenza coronavirus, Marchetti (FI): «Per chi lavora nello sport il contributo da 600 euro è una corsa a ostacoli. Ancora manca marzo»

Covid 19, imprese consegnano le chiavi della attività, il sindaco di Pietrasanta scrive a Conte