In queste ore sta circolando in chat e social una sedicente ordinanza numero 47 con cui si revoca l’ordinanza 46 – ovvero l’ordinanza che, a partire da ieri, 1 maggio, consente l’attività motoria nel perimetro comunale. Oltre alla revoca il testo in circolazione prevede gravi sanzioni per i trasgressori.

Lo rende noto la Regione Toscana

Benché apparentemente simile alle ordinanze autentiche si tratta di un evidente falso.

Nel segnalarlo – precisa l’ente regionale –   l’Avvocatura regionale è stata già investita del caso. Nella giornata di oggi, 2 maggio, sarà presentata denuncia alle autorità competenti per falso materiale e ideologico.

(Visitato 1.310 volte, 1 visite oggi)

Consorzio bonifica: “sicurezza del territorio, dei dipendenti e dei cittadini”

Il sesso al tempo del coronavirus, 3° parte. Amanti, single: l’altra faccia della luna