Denunciato cittadino italiano per minaccia aggravata.

Nella nottata odierna, i Carabinieri della Stazione di Badia a Settimo e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Scandicci, hanno denunciato un 40enne cittadino italiano per aver minacciato di morte – al culmine di una lite per la restituzione di un piccolo debito – un 36enne anch’egli italiano della provincia di Pistoia. Nella circostanza, il denuncianto aveva minacciato ed aggredito la vittima poiché quest’ultima avendo in uso l’autovettura intestata alla di lui madre, a seguito di ricezione verbali per infrazioni al cds, chiedeva di ottemperare al pagamento ed al suo rifiuto lo aggrediva.
Gli operanti, inoltre, appuravano che i due si erano ritrovati insieme ad altre due uomini (un 38enne ed un 55enne di Firenze) con i quali era appena terminata una cena.
I quattro protagonisti della vicenda venivano quindi sanzionati per la violazione delle norme di contenimento del contagio da COVID-19.

.

Nella nottata odierna, i Carabinieri della Stazione di Badia a Settimo e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Scandicci, hanno denunciato un 40enne cittadino italiano per aver minacciato di morte – al culmine di una lite per la restituzione di un piccolo debito – un 36enne anch’egli italiano della provincia di Pistoia. Nella circostanza, il denuncianto aveva minacciato ed aggredito la vittima poiché quest’ultima avendo in uso l’autovettura intestata alla di lui madre, a seguito di ricezione verbali per infrazioni al cds, chiedeva di ottemperare al pagamento ed al suo rifiuto lo aggrediva.
Gli operanti, inoltre, appuravano che i due si erano ritrovati insieme ad altre due uomini (un 38enne ed un 55enne di Firenze) con i quali era appena terminata una cena.
I quattro protagonisti della vicenda venivano quindi sanzionati per la violazione delle norme di contenimento del contagio da COVID-19.

(Visitato 506 volte, 1 visite oggi)
TAG:
carabinieri denuncia firenze minaccia aggravata

ultimo aggiornamento: 10-05-2020


Cade sul monte Cavallo, escursionista muore a Cisanello

Fase 2, proseguono i controlli dei Carabinieri