I Carabinieri del Nucleo Radiomobile arrestano un macedone e denunciano un sardo - Cronaca Toscana Versiliatoday.it

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile arrestano un macedone e denunciano un sardo

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile arrestano un macedone e denunciano un sardo.

Nella tarda mattinata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile, in piazza dell’Unità Italiana, durante i predisposti servizi di controllo del territorio, hanno tratto in arresto B.D., macedone di 36 anni, il quale risultava gravato da un mandato di arresto emesso il 6 febbraio 2020 dal Tribunale di Strumica (Repubblica della Macedonia del nord) poiché condannato alla pena di sei mesi di reclusione per il reato di furto in abitazione  commesso il 17 dicembre 2018 in quel paese. L’arrestato è stato associato presso la casa circondariale Firenze Sollicciano.
Sempre i Carabinieri del Nucleo Radiomobile, nella serata di ieri, poco prima delle 19, in via del Salviatino, sono intervenuti poiché era stato segnalato un uomo armato. Giunti immediatamente sul posto, a seguito di accertamenti esperiti hanno deferito in stato di libertà per il reato di detenzione abusiva di armi, F.C., 35enne sardo, già noto alle Forze dell’Ordine, senza fissa dimora. Nella circostanza, l’uomo che dal primo momento è stato calmo e collaborativo non veniva trovato con l’arma in mano ma, gli operanti, a circa 2 metri di distanza da lui, vicino un cespuglio alla base di un albero, hanno trovato un fucile, doppietta, che dai successivi accertamenti non risultava censito. Il sardo si giustificava riferendo che lo aveva trovato nei giorni addietro mentre percorreva i campi in zona Settignano. Il fucile è stato posto sotto sequestro

(Visitato 131 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 14-05-2020 10:18