Lotta alla prostituzione, la polizia municipale in azione sul viale dei tigli e viale Kennedy - Cronaca Viareggio Versiliatoday.it

Lotta alla prostituzione, la polizia municipale in azione sul viale dei tigli e viale Kennedy

Continuano l’attività e i controlli della Polizia Municipale del Comune di Viareggio lungo il viale dei Tigli e il viale Kennedy a Torre del Lago: nella giornata di ieri sono stati identificati e sanzionati 5 uomini colti in flagranza mentre contrattavano prestazioni sessuali. Per tutti 300 euro di multa, come previsto dal regolamento comunale.

Il regolamento di Polizia e Decoro Urbano infatti (delibera del Consiglio Comunale n. 11 dell’8.03.2016) all’articolo 4 comma 12 recita: «È fatto divieto a chiunque, nelle pubbliche vie o aree pubbliche, soggette alla pubblica vista e al pubblico passaggio, di contrattare, concordare prestazioni sessuali a pagamento ovvero intrattenersi, far salire o scendere dal veicolo che si conduce, con i soggetti che esercitano l’attività di prostituzione». Recentemente il Consiglio comunale ha aumentano la sanzione prevista, portandola da 80 a 300 euro.

II fatti si sono svolti lungo il viale Kennedy: due pattuglie, due uomini e due donne rigorosamente in borghese per avere maggiore margine di manovra, hanno iniziato a perlustrare la zona: l’obiettivo era notare movimenti sospetti ed intervenire al momento opportuno.

Tuttavia la realtà a volte supera la fantasia: perché alcuni automobilisti, alla vista delle agenti che passeggiavano a bordo strada, hanno iniziato a rallentare fino a fermarsi e contrattare la prestazione credendole prostitute. In tutto 5 uomini, nell’arco di poco meno di tre ore. il più giovane di 21 anni, il più anziano di 80 anni, hanno avuto l’amara sorpresa di stare contrattando con agenti di polizia locale in borghese che li hanno identificati e poi sanzionati.

«L’azione della Polizia Municipale continuerà sempre più decisa – dichiara l’assessore Maurizio Manzo – soprattutto nelle aree che sono purtroppo ormai storicamente luogo di prostituzione o di spaccio. Nessuna tolleranza – conclude – per chi non rispetta la legge. La bellezza della nostra città passa anche dal decoro e dalla possibilità di fruizione da parte dei cittadini di tutti, e sottolineo tutti, gli spazi urbani».

Per evitare sanzioni si ricorda che il Regolamento vieta – e di conseguenza sanziona – anche «ai conducenti dei veicoli a motore, che giungano in prossimità o in corrispondenza di soggetti che appaiano dediti all’offerta di prestazioni sessuali a pagamento, di procedere a passo d’uomo, eseguire brusche frenate o rallentare improvvisamente, eseguire qualsiasi manovra repentina di accostamento e/o di fermata».

(Visitato 409 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 05-06-2020 15:14