Secondo incontro tra Del Ghingaro e il commissario del Pd: "C'è accordo sui temi per lo sviluppo della città" - Politica Viareggio Versiliatoday.it

Secondo incontro tra Del Ghingaro e il commissario del Pd: “C’è accordo sui temi per lo sviluppo della città”

Prosegue il confronto tra il Pd e il sindaco Del Ghingaro per individuare un accordo programmatico in vista delle prossime elezioni. Questa mattina, nel Palazzo Comunale, si sono incontrati il Commissario Alessandro Franchi, insieme agli esponenti della segreteria regionale e territoriale, il sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro e il vicesindaco Valter Alberici.

Dopo il primo incontro che ha consentito di individuare tra le priorità per Viareggio e la Versilia i temi dei rifiuti e del Parco, sono state tracciate le linee per un confronto partecipato nel quale saranno poi coinvolte anche le liste che sostengono il sindaco Del Ghingaro.

L’obiettivo è quello di creare una coalizione ampia che si riconosca nei valori democratici e progressisti che, arricchita dal Partito Democratico, integri l’esperienza del Civismo che, in questi cinque anni, ha guidato la maggioranza di governo. Risultati tangibili ed importanti, ottenuti anche grazie a un senso di responsabilità del Pd che su molte questioni ha saputo dare un contributo costruttivo per il rilancio di una città dalle enormi potenzialità turistiche, produttive, culturali e commerciali.

La salute e il benessere sono di per sé beni comuni, che vanno tutelati insieme in un quadro complessivo di servizi: dalla lotta alla povertà, sia materiale che educativa, al contrasto alla marginalizzazione, la strategia da seguire è quella della rete di alleanze. Un lavoro costante fatto insieme alle associazioni, ai singoli cittadini, alle famiglie, che metta in circolo risorse ed energie. La recente emergenza Covid ha dimostrato che questo è il percorso giusto da seguire. Così come è da valorizzare l’integrazione fra ospedale e territorio: con la Versilia che sempre più diventa baricentrica sui temi sanitari di Area Vasta.

Di respiro comprensoriale anche il tema del turismo, con la formazione dell’Ambito e il lavoro coordinato di promozione che all’uscita della fase di lockdown è stato messo in campo da tutti gli Enti coinvolti. In questo Viareggio ha una marcia più, potendo coniugare ambienti naturali diversi fra loro e di conseguenza offrire una proposta sempre più ampia: dal contatto strettissimo con la natura tipico delle zone del Parco, alla comodità dei servizi degli stabilimenti balneari.

Legato al turismo, diventa centrale anche la balneazione: anche quest’anno Viareggio, come tutta la Versilia, ha meritato la Bandiera Blu. Sono stati fatti lavori, fognature, ma ancora non basta: servono investimenti importanti per risolvere una volta per tutte un problema ciclico che si presenta ad ogni temporale.

E poi il Porto, che merita un discorso specifico ma che tanta parte conta e pesa sul turismo locale. L’industria, l’occupazione, la flotta dei pescherecci. Temi tipici di una città divenuta ormai il riferimento per tutta la nautica mondiale.

Le ristrutturazioni in atto, i lavori in programma, dal nuovo mercato ittico, alla banchina commerciale, dall’attracco della Madonnina: punti fondanti di un programma di governo che tracci le linee guida di un vero e proprio piano strutturale della nautica a Viareggio.

Piano Strutturale che la Città si accinge a predisporre riguardo l’Urbanistica, dopo aver approvato in Consiglio comunale anche con l’apporto del Partito Democratico, il Regolamento Urbanistico che mancava da 21 anni: e sarebbe auspicabile che fosse un piano intercomunale coordinato con tutti i Comuni della Versilia.

Viareggio è una città conosciuta nel mondo per la bellezza del patrimonio paesaggistico ed architettonico, è la città dei grandi cantieri navali, del Carnevale e del Festival Puccini, è la città della creatività e del lavoro.

Nelle elezioni che arrivano al termine di un periodo eccezionale e drammatico per l’intero Paese, la politica e la buona amministrazione hanno il dovere di lavorare con progetti concreti e condivisi per il bene della comunità, per il benessere e il progresso delle persone e della città.

Per questo il percorso individuato mette al centro un’idea di politica innovativa e moderna: una sorta di laboratorio che unisca, in un percorso aperto e partecipato, le forze e le risorse migliori di una città che ha già intrapreso la strada del cambiamento.

«Un secondo incontro ufficiale – dichiara il commissario Franchidurante il quale è proseguito il confronto di approfondimento sui vari punti programmatici, in alcuni dei quali il Pd ritrova valori che appartengono alla propria identità e al proprio percorso. Il Pd merita di tornare alla guida di una città che per storia si è sempre riconosciuta nel progressismo democratico. L’esperienza maturata in questi anni, la collaborazione e il lavoro in Consiglio comunale, sono per il nostro partito la bussola di valori e azioni dai quali ripartire per affrontare con coraggio ed ambizione questa nuova fase politica».

«Viareggio coltiva grandi ambizioni: serve un orizzonte ampio che possa portare la città a competere con le grandi realtà del Mediterraneo – aggiunge il sindaco Giorgio Del Ghingaro -. Ci aspetta un lavoro importante, che vedrà coinvolte varie anime del civismo che sono state fondamentali per l’esperienza di governo. Serietà e concretezza sono stati la bussola di questi anni: elementi che ho ritrovato nel confronto con i nuovi interlocutori di un partito che, a Viareggio, si affaccia ad una stagione di rinnovamento nell’interesse della città e dei suoi cittadini».

(Visitato 197 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 20-06-2020 13:53