Rapina una donna sul treno, arrestato - Cronaca Toscana Versiliatoday.it

Rapina una donna sul treno, arrestato

 

Brutta avventura per una donna 56enne, residente ad Aulla (MS), mentre stava viaggiando a bordo del treno interregionale Parma – La Spezia, in fermata presso la stazione ferroviaria di Pontremoli.

La signora, proveniente da Parma, stava attendendo la ripartenza del treno all’interno di una delle carrozze del convoglio, quando un cittadino extracomunitario residente a La Spezia, approfittando del fatto che non ci fossero altri passeggeri nei paraggi, le si avvicinava e con una mossa repentina le strappava la borsa, scappando lungo i binari della ferrovia.

Durante la fuga a piedi l’uomo iniziava quindi a rovistare all’interno della borsa, sottraendo soltanto una custodia e liberandosi di tutto il resto; pochi istanti dopo però, dopo essersi accorto di aver preso un semplice porta trucchi, l’uomo tornava sui suoi passi minacciando ed aggredendo nuovamente la vittima, che nel frattempo era scesa dal treno nel tentativo di recuperare la propria borsa.

Nel frangente la donna, sempre più impaurita, cercava invano di difendersi dall’aggressore, venendo però colpita dall’uomo e trascinata a terra per alcuni metri. E’ solo grazie all’intervento di alcuni presenti che si erano resi conto di quanto stesse accadendo, che lo straniero veniva messo in fuga. A questo punto però giungevano in forze i Carabinieri della Compagnia di Pontremoli, che erano stati attivati grazie ad una tempestiva chiamata al 112 da parte di un testimone oculare, e nel giro di pochi minuti veniva disposto, in accordo con il personale di R.F.I., il blocco temporaneo del traffico ferroviario, al fine di svolgere accurate ricerche del fuggitivo lungo i binari della tratta interessata.

Nel giro di poco tempo lo straniero veniva intercettato all’interno della vicina galleria ferroviaria della SS. Annunziata, dove veniva bloccato dai militari e tratto in arresto per il reato di “rapina”.

La vittima, prontamente soccorsa dai Carabinieri si presentava in evidente stato di shock per via dell’aggressione subita, e dopo essere stata visitata presso il locale Pronto Soccorso veniva dimessa con una prognosi di 7 giorni per le lievi lesioni patite.

Per il rapinatore, che è risultato essere un soggetto già noto alle Forze dell’Ordine per i suoi precedenti di polizia, si sono invece aperte le porte del carcere di Massa, così come disposto dal Pubblico Ministero Dott. Marco MANSI. Nel corso della mattinata odierna si è svolta presso il Tribunale di Massa l’udienza di convalida, all’esito della quale il Giudice convalidava l’arresto del rapinatore e ne disponeva la detenzione in regime di arresti domiciliari, da scontare in Provincia di La Spezia, in attesa del processo.

(Visitato 272 volte, 1 visite oggi)

Aggiornato il: 24-06-2020 14:12