“La notizia della nomina di Giorgio del Ghingaro quale Presidente della Conferenza Aziendale dei Sindaci (Azienda USL nordovest Toscana)  è tanto sorprendente quanto preoccupante, per questo riteniamo opportuno commentarla”.

La nota è a firma di Paolo Annale, segreteria Pc Viareggio:
“Sorprende innanzitutto che il Sindaco di Viareggio venga incaricato di tanto Ufficio dopo un sistematico silenzio
protrattosi negli anni sulle questioni della sanità in Versilia, sempre che non si voglia far passare per interesse la lettura dei bollettini serali sull’andamento della recente pandemia.
Sorprende perché è stato fautore nel corso del 2017, in questo sostenuto dall’ex Sindaco di Pietrasanta, del naufragio  della Società della Salute senza peraltro adoperarsi poi, come si lasciava intendere nelle dichiarazion
i del tempo, per intraprendere i percorsi necessari a creare le condizioni affinché un progetto unitario potesse aver luogo.
Sorprende ancora  per le dichiarazioni appena rilasciate, fresco di nomina, secondo le quali cercherà,
tra l’altro, di “attrarre risorse” da destinare alla nostra sanità.
Vorremmo ricordare
a questo proposito che la Sanità Pubblica, per la quale in modo proditorio molti di quelli che hanno contribuito al suo disfacimento giurano oggi fedeltà assoluta, non ha bisogno di campanilismi né tanto meno di”foundraising” ma di Stato e di Cultura; di questa Viareggio purtroppo patisce da tempo l’assenza.
Sorprende infine che la nomina, votata all’unanimità, riguardi un Sindaco uscente
nell’imminenza di nuove elezioni. La cosa lascia davvero spazio alla curiosità; quasi certo e legittimo invece che Lui l’abbia letta come un fortuito scaramantico incoraggiamento pre-elettorale”.

 

(Visitato 143 volte, 1 visite oggi)

Barbara Paci in corsa alla carica di sindaco di Viareggio: anche la lista civica di Luigi Troiso “abbraccia” la destra e appoggia la candidatura

Gli iscritti al Pd al commissario: “Mai con Del Ghingaro”