“Stiamo andando oltre il fondo in questa campagna elettorale.
In una bulimia comunicativa vomitevole una signora mi paragona a Saddam Hussein (ovviamente verrà querelata per questo) ed essendo quotidianamente alla ricerca del tempo perduto offende, diffama, concede a piene mani illazioni e menzogne”.

Lo scrive il primo cittadino e candidato sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro in una nota:

“Nel frattempo un professionista in cerca di visibilità, commenta ogni post con argomentazioni improbabili e disinformate, deridendo il lavoro di tanti altri suoi colleghi, davvero molto ma molto più preparati di lui, e raccatta figure meschine un giorno sì e l’altro pure.
C’è poi una un’altra signora che parla per parlare, sbagliando destinatario ed argomento: ma non importa quel che dice, forse nemmeno a lei, l’importante e far vedere al mondo che c’è e che lotta contro di noi.
Un altro tizio, nel goffo tentativo di offendere me, sparge infamie sugli abitanti di Capannori rei, secondo questo dotto esponente delle opposizioni, di essere rappresentanti dei poteri forti lucchesi, che con le loro basse origini contadine, vorrebbero occupare la gloriosa e nobile terra versiliese per sottometterla. I famosi “poderi forti” mi verrebbe sommessamente da dire.
Insomma qualche esempio per far capire che siamo davvero scavando sotto il barile, in una escalation di stupidaggini mega galattiche che non fanno più ridere, ma ormai fanno solo pena, triste, tristissima pena.
Ma noi ci siamo imposti di non rispondere, di stare sopra questa melma e così faremo, garantisco.
Alla prossima ragazzi”.

(Visitato 1.005 volte, 1 visite oggi)

Vasco Zappelli, Sandra Mei: “La città ne è felice, tranne uno…”

Alessandro Meciani: “Torre del Lago sta migliorando, dobbiamo proseguire su questa strada”